Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Comincia in questo periodo il "toto-tema"

Si avvicina la maturità, ma quale sarà il tema d'italiano?


Si avvicina la maturità, ma quale sarà il tema d'italiano?
31/05/2010, 14:05

ROMA - Ormai la scuola si avvicina alla conclusione e per le quinte si avvicina l'esame di maturità. Che inizierà il 22 giugno con la prima prova scritta, comune a tutti gli indirizzi di studio: il tema di italiano. E come tutti gli anni - anche prima che ci fosse Internet e Facebook - scatta il "toto-tema". Quali saranno le tracce? Come sempre, si temono i temi su Dante, in particolare se si parla del Paradiso; ma anche quelli sugli scrittori del '900, come Svevo o Ungaretti. Molti magari preferirebbero quelli su Leopardi, per esempio, ma chi lo sa? In storia si prospetta qualcosa che richiami l'Unità d'Italia, visto che sono iniziate le celebrazioni per il 150esimo anniversario; ma quest'anno è anche il bicentenario della nascita di Camillo Benso conte di Cavour. E se si parlasse dei 100 anni passati dalla nascita di Gonxha Bojaxhiu, donna albanese che sarebbe poi diventata Madre Teresa di Calcutta? Per non parlare della crisi economica, della Grecia, della povertà, o dell'ambiente, dato che c'è la notizia sulla "marea nera" dopo l'esplosione di una piattaforma petrolifera al largo delle coste statunitensi. Oppure - ed è notizia di oggi - dei rapporti tra israeliani e palestinesi.
Insomma, un vero caos, come tutti gli anni. Ma a cercare bene, c'è sempre quello che ha la "risposta vera", magari perchè il tal parente è quello che ha imbustato le tracce al Ministero dell'Istruzione. In realtà, raramente questo è vero solo in rarissimi casi.
Se non si vuole avere problemi a fare il tema, basta sapere l'italiano, leggere il giornale tutti i giorni fino a prima dell'esame (non che faccia male leggere in qualsiasi altro giorno della nostra vita) e magari abituarsi a riflettere sulle cose che si studiano, anzichè studiare a memoria. Con queste semplici norme, è garantito che una delle tracce sarà senz'altro alla portata dello studente.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©