Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Skoda promuove la sicurezza con BiciScuola


Skoda promuove la sicurezza con BiciScuola
12/04/2010, 14:04

Ritorna l’appuntamento con BiciScuola, percorso educativo ideato da RCS Sport-La Gazzetta dello Sport che vede la Škoda nelle vesti di Main Sponsor. Il progetto, rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado di tutta Italia, si propone di sensibilizzare i giovani su temi importanti come la tutela ambientale e l’educazione stradale.

BiciScuola celebra quest’anno la sua 9a edizione e coinvolgerà 4.255 classi, per un totale di circa 105.000 studenti. L’iniziativa è legata al Giro d’Italia, di cui la Škoda è Auto e Sponsor Ufficiale per il quarto anno consecutivo, e ha tra gli obiettivi quello di far conoscere ai più piccoli il mondo della Corsa Rosa, avvicinandoli all’uso della bicicletta e, più in generale, alla pratica sportiva.

Anche in questa occasione, gli alunni si confronteranno su diversi argomenti - ecologia, educazione stradale e il 150° anniversario dell’Unità d’Italia - e avranno il compito di sviluppare alcuni progetti sui temi proposti. A tutte le classi iscritte è stato consegnato l’apposito kit didattico, uno strumento utile per lo svolgimento dei lavori. Gli elaborati saranno successivamente esaminati da una speciale commissione, che sceglierà i migliori, e come di consueto i vincitori saranno premiati in occasione di alcune tappe del Giro d’Italia.

La Škoda si impegna per sottolineare l’importanza dell’educazione stradale: un concetto fondamentale sia per chi si muove sulle due ruote, sia per chi si mette al volante. Argomenti come la prevenzione dei comportamenti pericolosi e la sicurezza sono da sempre aspetti che guidano la Casa automobilistica ceca nella progettazione e nello sviluppo delle proprie vetture. Proprio per questo motivo, i migliori studenti delle classi vincitrici saranno premiati con un prezioso caschetto protettivo firmato Škoda.

Sostenendo BiciScuola, la Škoda testimonia ancora una volta il proprio legame con il mondo del ciclismo: una storia iniziata nel 1895, quando Vaclav Laurin e Vaclav Klement fondarono una fabbrica per la produzione e la riparazione di biciclette che in seguito a successive evoluzioni fu destinata all’assemblaggio di vetture contraddistinte dal Marchio della Freccia Alata, e che continua ai giorni nostri grazie alle partnership con il Giro d’Italia e con la Federazione Ciclistica Italiana (FCI).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©