Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Soldà sulle proteste della Polizia contro Maroni e Brunetta


Soldà sulle proteste della Polizia contro Maroni e Brunetta
28/10/2009, 17:10


ROMA - "È già troppo tempo che le forze dell'ordine denunciano la situazione instabile in cui si ritrovano. Non si può pensare che la sicurezza sia garantita riducendo gli operatori di servizio". Queste le dichiarazioni di Roberto Soldà, vicepresidente del movimento Italia dei Diritti, riguardo alla protesta dei migliaia di operatori delle Forze di polizia contro i tagli alla sicurezza e per la difesa di dignitose condizioni economiche e professionali. Arrivati da tutta Italia a Roma con le organizzazioni corrispondenti, i manifestanti hanno organizzato un corteo partito da Piazza Bocca della Verità e arrivato in Piazza Navona per il comizio finale. Durante la manifestazione ci sono stati pesanti contestazioni nei confronti del ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta e contro le ronde volute dal ministro dell'Interno Roberto Maroni. Secondo i sindacati il taglio di circa tre miliardi di euro in tre anni al comparto sicurezza e difesa, unito agli effetti dell'ex decreto Brunetta ora convertito in legge, sta producendo una pesante riduzione di personale a causa del mancato turn over e un innalzamento dell'età media dei poliziotti italiani. "Il governo diminuendo del 44% le risorse per le attività operative e organizzative e rinviando di tre anni il rinnovo del contratto collettivo di lavoro non fa altro che smentire gli impegni assunti in campagna elettorale. La sicurezza è un diritto di tutti - ha concluso l'esponente del movimento presieduto da Antonello de Pierro - . È opportuno che si rivedano i provvedimenti nel più breve tempo possibile".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©