Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Emergenza lavoro, 61 dipendenti incrociano le braccia

Stipendi tagliati, protesta degli operatori CoopSima

Il sit in davanti all'Accademia Aeronautica di Pozzuoli

.

Stipendi tagliati, protesta degli operatori CoopSima
05/01/2011, 16:01

POZZUOLI (NA) - Percepiscono circa 500 euro mensili, hanno famiglie a carico, i loro contratti sono full time: sono i sessantun operatori della CoopSima, in stato d’agitazione ormai dal primo gennaio a causa del nuovo taglio di circa cento euro previsto dopo il cambio d’appalto del 2001. Gli operatori in sit in di protesta davanti all’Aereonautica Militare di Pozzuoli incrociano le braccia e chiedono che vengano tutelati i loro diritti e le loro spettanze, già gravemente compromesse con la gestione CoopService: dal 2005 infatti i dipendenti della ditta di pulizie hanno subito la riduzione dell’orario giornaliero di lavoro dalle 6 ore alle 3, poi – col cambio d’appalto vinto con gara a ribasso del 13,5 per cento – una nuova mazzata si è abbattuta sulle maestranze della cooperativa. Tutte le sigle sindacali, dalla Cgil alla Ugl, protestano in queste ore davanti all’entrata dell’accademia di Pozzuoli.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©