Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

"Siamo pronti a occupare", il grido dei manifestanti

Studenti e ricercatori in corteo contro la Riforma


Studenti e ricercatori in corteo contro la Riforma
14/10/2010, 18:10

ROMA - Erano centinaia gli studenti e i ricercatori in corteo stamattina contro il Ddl Gelmini; si sono dati appuntamento a Montecitorio per fermare il cammino della riforma, che sta intaccando gravemente l'occupazione, oltre che il futuro delle giovani generazioni.
La lotta studentesca prosegue, dunque, senza battute d'arresto, pronta a saldare la propria battaglia a quella dei sindacati, degli operai e dei precari.
“Perché in questo momento di crisi devastante – dichiara una voce dal corteo, la studentessa Tania Rispoli del Coordinamento degli atenei Uniriot - dobbiamo andare avanti e unire le forze”.
Gli studenti hanno percorso via Zanardelli, corso Rinascimento, via del Corso, il Lungotevere Marzio per poi tornare davanti alla Camera dei deputati. Il presidio ha mandato in tilt l'intera circolazione; alcune strade sono state chiuse per ore e poi riaperte dai vigili urbani.
Durante la marcia, i manifestanti hanno occupato per qualche minuto gli uffici della sede della Crui, colpevole di "pressare il governo affinché si acceleri sulle riforme contenute nel decreto".

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©