Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Regione e Ministero dello sviluppo economico agiscano subito

Sviluppo Italia, per CGIL CISL e UIL: liquidazione atto vergognoso


Sviluppo Italia, per CGIL CISL e UIL: liquidazione atto vergognoso
11/10/2010, 13:10

Napoli – Secondo un comunicato congiunto di CGIL, CISL e UIL, le notizie della messa in liquidazione di Sviluppo Italia Campania, da parte della capofila INVITALIA destano sconcerto e indignazione per l’azione intempestiva operata dall’Amministratore delegato Domenico Arcuri soprattutto perché coinvolge 64 lavoratori con elevate professionalità.
 
Cgil, Cisl e Uil Campania considerano quest’atto vergognoso visto che i termini per la cessione delle società regionali del gruppo Invitalia alle rispettive Regioni sono stati prorogati, dietro forte richiesta del Sindacato Confederale, dal 30/06 al 31/12/2010.
 
Nel condannare l’ignobile iniziativa dell’Ad di Invitalia – contro cui i lavoratori e le Organizzazioni Sindacali metteranno in atto ogni forma di mobilitazione per tutelare il proprio lavoro –  CGIL CISL UIL della Campania chiamano in campo la Regione ed il Ministero dello Sviluppo Economico affinché sia  mantenuta nel territorio regionale una società altamente qualificata che costituisce un’opportunità per la sua crescita (basti pensare che nel primo semestre di quest’anno, rispetto al 2009, la società ha registrato un incremento del 30% delle domande di finanziamento a microimprese).

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©