Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Sviluppo Lazio, Santori: Zingaretti vuole davvero tagliare costi e poltrone?


Sviluppo Lazio, Santori: Zingaretti vuole davvero tagliare costi e poltrone?
28/11/2013, 15:12

ROMA - “Zingaretti vuole davvero stravolgere un sistema inefficiente e di spreco e arrivare a un sostanziale contenimento dei costi e al taglio delle poltrone ? La proposta di legge della maggioranza, così come formulata, è irricevibile. Appena tre articoli, per altro fumosi e con tempistiche lunghe e farraginose, consegnano alla Giunta un controllo diretto di una super-holding che peraltro non inciderà su un effettivo taglio degli sprechi né renderà maggiormente efficiente un sistema che conta oggi numerose competenze duplicate. Al Presidente Zingaretti e all’assessore Fabiani ribadiamo che il Consiglio Regionale concorre alla determinazione dell’indirizzo politico regionale ed esplica le funzioni di controllo sull’attività dell’esecutivo, per questo è necessario arrivare a una complessa riorganizzazione di queste agenzie in maniera condivisa e attenta. Siamo pronti ad andare ad oltranza e senza sconti anche se mi auguro che la maggioranza di centrosinistra voglia realmente tagliare costi e poltrone accogliendo gli emendamenti della minoranza”, così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio, che sulla discussione relativa al riassetto delle agenzie regionali tra cui Filas Lazio Spa, Unionfidi Lazio Spa, Sviluppo Lazio e Banca Impresa Lazio Spa, attive nell’accesso ai finanziamenti per l’imprenditorialità, ha presentato con oltre 150 emendamenti una proposta di legge regionale alternativa (Clicca qui per il testo della Proposta di Legge ). 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©