Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

TAGLI ALLA SCUOLA, NAPOLI IN TESTA


TAGLI ALLA SCUOLA, NAPOLI IN TESTA
30/06/2008, 16:06

I tagli alla scuola riguarderanno in primo luogo Napoli. Un pesante tributo di cattedre nel capoluogo Campano, secondo i calcoli effettuati e pubblicati oggi da Il Sole 24 ore.

Via dunque il 10% delle cattedre (87.245 insegnanti) e il 17% del personale tecnico delle scuole (42.500) nei prossimi quattro anni. Napoli taglierà più di 4.000 docenti. Poi Roma (3.892) e Milano (3.451). Le meno colpite, ma si tratta di realtà demograficamente inferiori, saranno invece Isernia (116 docenti), Gorizia (140), Asti (196) e Verbania (197).

Questi effetti sugli organici provinciali sono conseguenza della decisione di alzare di un punto il rapporto alunni/docenti, che oggi è di 8,9 allievi per docente, e avvicinarlo agli standard europei. I risparmi previsti dal piano di Palazzo Chigi dovrebbero attestarsi intorno ai 3,2 miliardi di euro entro il 2012. Secondo lo studio del Sole il sacrificio più consistente dovrebbe riguardare la scuola primaria (34,7% dei posti tagliati), seguita dalle scuole superiori (29,5%).

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©