Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Tavella su edilizia popolare

La legalità prima di tutto

Tavella su edilizia popolare
09/08/2013, 15:14

NAPOLI - "La confusione che regna sui provvedimenti relativi alla occupazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica rischia di alimentare comportamenti in dispregio di qualsivoglia regola civile. La giunta de Magistris è chiamata ad esprimersi con chiarezza e velocemente su questa materia". E' quanto sottolinea, in una nota, il segretario generale della Cgil Campania, Franco Tavella, secondo il quale "occorre avere la consapevolezza che sanatorie e condoni generalizzati producono altre illegalità". "Occorre ripristinare la normalità - precisa Tavella - condoni e sanatorie ripercorrono una condizione di emergenza. De Magistris spieghi perché non ha aggiornato la graduatoria dell'Ufficio Casa ferma dal 1995, così come sono ferme diecimila domande. Nel frattempo, l'unica situazione in movimento sembrerebbe essere proprio quella dell'Ufficio Casa, che ha già cambiato quattro dirigenti ed ha inseguito inutili ipotesi di accorpamenti". "Si faccia poi - continua Tavella - una verifica attenta su occupanti abusivi e non si esiti a sgomberare con fermezza ove vi siano occupanti in odor di camorra". "Lo si faccia - conclude il segretario generale della Cgil Campania - senza proclami e senza oziosi ed inutili dibattiti. Il sindaco dia finalmente un segnale di autorevolezza e di fermezza, ripristinando condizioni di legalità in in settore da sempre esposto a soprusi".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©