Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

TAVOLO TECNICO TRA INSEGNANTI E ISTITUZIONI SUL FUTURO DELLA SCUOLA


TAVOLO TECNICO TRA INSEGNANTI E ISTITUZIONI SUL FUTURO DELLA SCUOLA
23/10/2008, 08:10

 

Gli insegnanti del Vallo di Diano chiedono un tavolo tecnico “per riflettere sul futuro della scuola alla luce delle ipotesi di riforma del governo”: la proposta, avanzata nel corso del convegno “Il mondo nella scuola, la scuola nel mondo” è stata accolta con favore dall’assessore provinciale di Salerno alle Politiche giovanili, Massimo Cariello, e dalla componente del comitato scientifico regionale di “Scuole Aperte”, Marialuisa Albano, che si sono impegnati a sottoporla all’assessore regionale alla formazione, Corrado Gabriele.
Il tavolo tecnico, a cui parteciperanno gli insegnati, gli amministratori del comprensorio e le istituzioni provinciali e regionali, potrebbe quindi svolgersi entro la fine dell’anno nel Vallo di Diano, e rappresenterà “un fondamentale momento di incontro a cui gli insegnanti – ha spiegato il coordinatore del progetto “Scuole Aperte”, Luca Bertolini – tengono molto, e da cui emergerà un documento programmatico. Per questo ci faremo carico della richiesta”.
Nel corso dell’incontro (che si è svolto ieri, 22 ottobre, nell’auditorium dell’Itc. “A.Sacco” di Sant’Arsenio) Cariello ha inoltre sottolineato l’importanza dei progetti “Sbullonando” e "Viaggio attraverso i linguaggi e la storia del mondo 2" - che si svolgeranno a partire da Novembre negli istituti comprensivi di Polla e Sant’Arsenio e nelle scuole di Sassano e Teggiano – per un territorio che “nella prima edizione non aveva moduli ma che dall’anno scorso ha dimostrato tutte le sue potenzialità, dalle scuole agli ideatori, fino agli insegnanti”.
Oltre alla valenza didattica e culturale dei corsi, che termineranno a giugno, i progetti hanno anche un’importante “funzione di rete tra le istituzioni su tematiche fondamentali per i ragazzi”, secondo il sindaco di Sant’Arsenio, Arsenio Pecora: un concetto pienamente condiviso dal primo cittadino di Polla, Massimo Loviso, il quale ha aggiunto anche la “crescita culturale e sinergica del territorio”. La novità di “Scuole Aperte” 2008-2009 riguarda l’istituto di Polla, dove si svolgerà il progetto “Sbullonando”, per cercare di “scardinare – ha detto il dirigente dell’istituto, Rocco Colombo – un fenomeno, quello del bullismo, purtroppo in crescita anche nella nostra zona. In questo caso rientra il ruolo fondamentale della scuola, che resta la più forte agenzia educativa del territorio”. Una funzione a cui si aggiunge, ha concluso Colombo, quella relazionale tra gli insegnanti che “grazie ai moduli e a questi incontri hanno l’occasione per un confronto e uno scambio di esperienze”. Il secondo progetto, "Viaggio attraverso i linguaggi e la storia del mondo 2", prosegue a Sant’Arsenio e Teggiano “un percorso – ha spiegato il dirigente dell’istituto comprensivo di Sant’Arsenio, Bruno Vassallo – iniziato lo scorso anno con risultati altamente positivi, che nei prossimi mesi rafforzeremo, e che si concluderà con una produzione multimediale sui contenuti dei corsi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©