Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Tecnosistemi, da Napoli la stazione radio per il Family-Day del Papa


Tecnosistemi, da Napoli la stazione radio per il Family-Day del Papa
15/06/2012, 17:06

Da Caivano (Napoli) a Bresso (Milano) per il Family-day di Papa Benedetto XVI. Tecnosistemi tlc spa partner di Telecom per il Forum mondiale delle famiglie.
Un nuovo successo imprenditoriale per l’azienda napoletana che è stata selezionata, insieme ad altre due società del centro nord, da Telecom Italia group, per realizzare una stazione radio presso l’Aero Club Milano (posizione 1) nel comune di Bresso, dove si è svolto il Family day 2012, che ha visto la partecipazione di un milione di fedeli giunti da ogni continente.
Attiva nel settore delle infrastrutture, con particolare attenzione al mondo delle telecomunicazioni, Tecnosistemi è specializzata nella sperimentazione sul campo della rete mobile di quarta generazione (4G) a larga banda Lte (Long Term Evolution). Sul nuovo accordo firmato con Telecom Italia, che segue quello siglato per la recente America's Cup, interviene Ciro Fico, direttore commerciale e marketing di Tecnosistemi. “Siamo l’unica azienda del sud Italia ad essere stata scelta da Telecom Italia per fornire la copertura dati e telefonia nell’area del Family-day 2012 – afferma Fico –. Si tratta di un risultato eccezionale di cui andiamo fieri, e che conferma l’ottimo stato di salute di Tecnosistemi, una realtà che, attraverso una rinnovata strategia aziendale, sta portando il buon nome di Napoli e della Campania in giro per il mondo. Essere presenti ad un evento che ha richiamato un milione di persone, provenienti da Paesi così lontani, ci rende orgogliosi soprattutto da un punto di vista umano e sociale, e non solo da quello strettamente imprenditoriale”.
Particolarmente soddisfatti del risultato raggiunto si dicono Giuseppe Granato e Antonio Pagano, rispettivamente direttore tecnico e project manager di Tecnosistemi. “Il progetto – sostiene Pagano – è stato sviluppato cercando di minimizzare l’impatto visivo del sistema radiante. L’impianto radiante infatti era costituito da un sistema UMTS (per ogni cella un’antenna posta sulla sommità del palo da 24metri della stazione carrata Tecnosistemi H24 equipaggiata con shelter SHR 14752/12) e un sistema GSM1800 (per ogni cella un’antenna, la medesima dell’UMTS). Inoltre, abbiamo previsto un’ospitalità per Vodafone (2 antenne per operatore). L’impianto di Milano è lo stesso che abbiamo realizzato in occasione dell'Americas Cup di Napoli”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©