Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Trasporti: CGIL Campania scrive a Ministro Interno su caso CLP


Trasporti: CGIL Campania scrive a Ministro Interno su caso CLP
21/10/2013, 12:23

NAPOLI - Una lettera al ministro dell'interno ed al prefetto di Caserta per "evidenziare la grandissima preoccupazione che la Cgil Campania nutre per il futuro e la legalità nella gestione del trasporto pubblico locale di Caserta". A firmare il documento sono i segretari generali di Cgil Campania, Franco Tavella, Cgil Caserta, Camilla Bernabei e Filt-Cgil Campania, Mario Salsano.
A Caserta, ricorda la Cgil, "il servizio è appannaggio della CLP, azienda colpita da una informativa ostativa antimafia della Prefettura di Napoli che, nel luglio scorso, non le consentì di rilevare un?altra società, l?EavBus, azienda partecipata regionale" . "Più volte - prosegue la lettera - la Cgil Campania ha evidenziato questa inspiegabile contraddizione che porta la stessa società a poter continuare ad operare a Caserta, pur essendo stata raggiunta da un provvedimento antimafia".
"Questa incoerenza - precisa la Cgil - apre a numerosi interrogativi. Perché in occasione della gara per l'affidamento dei servizi ex Acms di Caserta nel 2012 il committente, ovvero l'assessorato regionale ai trasporti, non ha richiesto, come era tenuto a fare secondo la normativa vigente, il certificato antimafia alla Clp, risultata poi vincitrice? Come mai un?azienda che a Napoli riceve una interdittiva antimafia ostativa all'aggiudicazione di una gara può continuare a lavorare tranquillamente nella provincia di Caserta?".
"A questi banali quesiti - conclude la lettera - non abbiamo mai ricevuto risposta. Egregio Ministro, eccellentissimo Prefetto, siamo certi non sfuggirà alla Vostra cortese attenzione che, in una regione ed in una provincia particolarmente esposte agli interessi criminali, è importante che lo Stato vigili con rigore e coerenza anche nell'applicazione delle norme antimafia varate per evitare possibili infiltrazioni".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©