Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Braccia incrociate da domani a sabato sera

Troppi notturni, ferrovieri in sciopero in Toscana


Troppi notturni, ferrovieri in sciopero in Toscana
26/03/2009, 22:03

Troppi turni stancanti, ed i ferrovieri hanno deciso di incrociare le braccia. Ma niente paura: non ci saranno particolari ripercussioni sulle corse.

Le organizzazioni sindacali dei ferrovieri della Toscana hanno deciso di avviare uno sciopero contro la decisione di Trenitalia, presa lo scorso 14 dicembre, di aumentare i turni di notte a carico del personale a bordo dei treni toscani. I segretari di Cisl, Cgil e Uil hanno spiegato che “con il nuovo programma di turni, avviato unilateralmente dal’azienda, gli addetti al settore si trovano ad effettuare un cumulo di lavoro molto superiore al passato in servizi di notte, tanto che già in luglio, secondo le previsioni, il tetto massimo di 80 notti sancito dal contratto sarebbe sforato”.

Ma con un numero così alto di turni di notte, aggiungono i sindacati, “si entrerebbe in una figura, quella del lavoratore notturno, che non è nemmeno prevista dai nostri accordi”. Con la decisione di incrociare le braccia si spera di riaprire un tavolo di trattative con l’azienda.

Malgrado lo sciopero, Trenitalia ha assicurato che non ci saranno ripercussioni sulle corse benché, assicura la triplice, saranno una settantina i treni fermi. Le stazioni bloccate saranno quelle di Firenze e di Pisa, quando, dalle 21 di domani, circa 300 addetti aderiranno allo sciopero che proseguirà fino alle 21 di sabato 28 marzo.
 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©