Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Tunisia, missione ItalAfrica per le imprese italiane


Tunisia, missione ItalAfrica per le imprese italiane
05/09/2012, 12:50

ROMA, 5 SETTEMBRE 2012 –  Missione in Tunisia della Camera di Commercio ItalAfrica Centrale.

Oggi e domani (mercoledì 5 e giovedì 6 settembre) l’ing. Alfredo Cestari, presidente ItalAfrica finalizzerà, attraverso incontri e sottoscrizioni di protocolli di intesa con Governo e Istituzioni locali, il lungo e costante lavoro di costruzione di condizioni favorevoli alla internazionalizzazione delle imprese italiane in Tunisia.

Sono previsti, in particolare, accordi bilaterali con la Camera di Commercio di Tunisi e con la Camera di Commercio del sud est del Paese (Gabes).

Gli incontri avverranno sotto la supervisione dell’Ambasciata di Italia in Tunisia.

 

“Lo insegna la storia e lo dimostrano i radicamenti della folta comunità di connazionali: la Tunisia, il Paese africano più settentrionale, dovrà continuare ad essere considerato quale naturale punto di riferimento delle attività imprenditoriali italiane” dice l’ing. Alfredo Cestari. “Crediamo che, alla stregua dei rapporti costruiti in Libia durante la nostra missione di maggio, sia importante sottoscrivere robuste intese con le Istituzioni tunisine e coinvolgere i settori privati locali in un processo di conoscenza, scambio di interessi e di esigenze tale da poter creare auspicabili sinergie, joint venture, collaborazioni finalizzate alla internazionalizzazione delle attività o, come auspicato dalle autorità locali, di delocalizzazione in Tunisia di linee di produzione italiane. Ad oggi la cooperazione tra Italia e Tunisia si attesta su un valore medio di poco inferiore ai 5 miliardi di euro; con quelli tradizionali si stanno affermando nuovi settori di sviluppo quali, ad esempio, la produzione di energia da fonti rinnovabili. Le imprese italiane in Tunisia sono oltre 700 e la condizione ambientale post-rivoluzione 2011 non è per esse ostile. Il compito della Camera di Commercio ItalAfrica Centrale è anche quello di realizzare l’ambizione della Tunisia di diventare la piattaforma mediterranea di distribuzione logistica delle merci occidentali in Africa sub sahariana, macro area su cui ItalAfrica ha competenza istituzionale in 19 Stati. Oggi e domani firmeremo accordi di collaborazione con le Camere di Commercio ed inizieremo un lavoro sinergico di attrazione degli investimenti italiani in Tunisia anche in ossequio a quanto auspicato dal Presidente Giorgio Napoletano in visita ufficiale a Tunisi il 16 e 17 maggio scorsi. Ringrazio sentitamente l’Ambasciata italiana: Manuela Ruosi Prima Segretaria dell’Ambasciatore,Vitalba Giammicchia Delegato Commerciale e l’Ambasciatore Pietro Benassi per la ottima accoglienza, la assidua assistenza e la grande ospitalità riservate ad ItalAfrica”.

    

Programma

Mercoledì 5 settembre - Gabes

Ore 9.30,  incontrero con il governatore di Gabes mr. Omar Chahbani.

A seguire incontro con il presidente della Camera di Commercio sud est Tunisia, mr. Ridha Kilani.

Nel pomeriggio incontro con l'imprenditore Medi Mizouri.

 

Giovedi 6 settembre – Tunisi

Ore 9 - incontro con il presidente della Camera di Commercio di Tunisi mr. Mounir Mouakhar e firma protocollo di intesa con Camera di Commercio ItalAfrica Centrale.

Ore 15.30 incontro con il Ministro dell’Industria e del Commercio mr. Mohamed Chakari.

Ore 20 incontro con società Tunisia Holding. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©