Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Ugl Polizia: "Basta tagli, non possiamo garantire la sicurezza cittadini"


Ugl Polizia: 'Basta tagli, non possiamo garantire la sicurezza cittadini'
30/10/2009, 09:10


ROMA - L’imponente manifestazione del 28 ottobre, è stata l’occasione per manifestare tutto il malcontento dei poliziotti per una legge finanziaria che non viene incontro alle legittime richieste che nei mesi scorsi le organizzazioni sindacali avevano fatto al Governo in materia di Sicurezza. Una manifestazione che ha visto tutti i sindacati di polizia maggiormente rappresentativi, le organizzazioni sindacali della Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato e, con modalità compatibili con lo status militare, anche il Cocer della Guardia di Finanza.
“Ricordiamo, infatti, che il taglio effettuato da questo governo, sulle risorse economiche previste alle Forze di Polizia, mette in serio rischio il livello di sicurezza minimo sul nostro territorio. – dichiara il segretario regionale dell’Ugl polizia Giuseppe Raimondi - I poliziotti saranno quindi costretti a lavorare ed a rischiare, ogni giorno, la propria vita in cambio di un misero aumento stipendiale di circa 40 euro. Non c’è nulla per il riordino delle carriere, mancano macchine, mezzi e strumenti di lavoro; si fanno servizi delicati e rischiosi con automobili vetuste e che sono del tutto inaffidabili; manca la carta negli uffici, in alcuni Commissariati i poliziotti sono costretti a comprare risme di carte per poter lavorare; non sempre si riesce a pagare ai poliziotti il lavoro straordinario; Commissariati fatiscenti e non a norma con la legge 626; e credetemi – continua il sindacalista - l’elenco potrebbe continuare a lungo… . Non abbiamo chiesto la luna, bensì un giusto adeguamento stipendiale e di lavorare in tranquillità con mezzi efficienti per poter garantire la sicurezza ai politici, ai magistrati in prima linea; ai giornalisti sotto scorta e ai cittadini angosciati da questa criminalità sempre più agguerrita”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©