Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Ulturale Cravatte, siglato accordo con la catena del lusso coreana “Hanwha Galleria”


Ulturale Cravatte, siglato accordo con la catena del lusso coreana “Hanwha Galleria”
30/07/2012, 11:34

La Ulcea, titolare del marchio Ulturale Cravatte, eccellenza del Made in Napoli nel mondo, ha siglato un importante accordo commerciale con il Gruppo Hanwha, colosso coreano operante nel settore del lusso e titolare della catena “Hanwha Galleria”.

In virtù di questo accordo, le cravatte Ulturale saranno in vendita a Seoul, capitale della Corea del Sud e centro politico, culturale, sociale ed economico più importante dello stato, presso il negozio “G.street 494 Homme” sito in Galleria Luxury Hall 4F .

“Il raggiungimento di questa intesa con importanti operatori coreani - dichiara il Presidente e Responsabile Commerciale  Giancarlo Auriemmaè la dimostrazione che il Made in Italy è sempre molto apprezzato ovunque nel mondo. La scelta di questo partner commerciale non è casuale: i mercati orientali, soprattutto nel settore del lusso, rappresentano uno sbocco importante e da non trascurare. Abbiamo avviato un percorso di internazionalizzazione del nostro marchio attraverso il quale contiamo, da qui a qualche mese, di essere presenti nei punti vendita più glamour del mondo”.

Inoltre, sempre in Corea del Sud, il brand Ulturale è presente anche all’Esposizione Internazionale di Yeosu, in programma dal 12 maggio al 12 agosto 2012.

In occasione di questo importantissimo evento istituzionale, la Ulturale Cravatte, su commissione del Ministero degli Affari Esteri, attraverso il Commissario Generale Amb. Claudio Moreno, ha creato delle cravatte ad hoc con il logo ufficiale dell’esposizione tessuto al sottonodo, che saranno consegnate come cadeau della Farnesina alle autorità internazionali che si recheranno a visitare il padiglione Italia.

Il logo riportato sulle Cravatte Ulturale, cui è affidata la sintesi concettuale e visiva del padiglione Italia, prende spunto da un simbolo, la rosa dei venti, che richiama la tradizione marinara, uno dei tratti identitari del nostro Paese. Il segno, una stella a sedici punte sovrapposte indicanti la direzione dei venti del Mediterraneo, associati ai punti cardinali, richiama il tema dell’Expo di Yeosu 2012 che si propone di tracciare una rotta verso le politiche future legate agli oceani e alla salvaguardia delle coste. Gli elementi cromatici proposti richiamano i colori di bandiera ai quali si aggiungono due tonalità di azzurro che ricordano le sfumature del mare. I caratteri distintivi del marchio/logo rimandano ai concetti di tradizione, continuità, equilibrio, relazione, sottolineando l’intento dell’uomo di comprendere la natura, senza condizionarla. Il tratteggio corto in marrone chiaro che caratterizza a livello plastico il segno, cita le tecniche di valorizzazione grafica delle incisioni antiche, al fine di attribuire al marchio un carattere classico e istituzionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©