Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Un anno in viaggio intorno al mondo con Audi Tradition


Un anno in viaggio intorno al mondo con Audi Tradition
19/11/2011, 09:11

“Discover worlds with Audi Tradition”: questo è il titolo del calendario Audi Tradition per il 2012. Per rappresentare la storia ultracentenaria della Casa sono state immortalate 13 auto d’epoca in 13 nazioni diverse, dall'Europa orientale all'America. L'obiettivo: far sì che ogni auto racconti una storia, sia che si tratti di una corsa di auto storiche, sia di uno scatto fotografico particolare sia di un momento speciale in cui Audi Tradition ha riscoperto testimonianze quasi dimenticate della propria storia.

In questo senso, i documenti più significativi sono le immagini del calendario scattate negli Stati Uniti, in Brasile e in Perù. Era il 2008 quando Audi Tradition riscoprì l'“ultima Horch” scomparsa e la riportò a casa, nell'Audi museum mobile. Fu ritrovata presso un demolitore a San Angelo, nel sud del Texas: si trattava di una Horch 830 del 1953, l'unica che sia mai stata costruita a Ingolstadt. Per più di 40 anni la vettura è rimasta sotto il sole cocente nella steppa texana: questo ritrovamento è immortalato nel nuovo calendario.

Nel 2010 gli storici Audi avvistarono a Lima, in Perù, una Wanderer del 1915: una “Puppchen” con carrozzeria a barchetta, l'ultima sopravvissuta di questo tipo. Un'auto unica, proprio come l'immagine del calendario. La Wanderer è stata fotografata nella città che l'ha conservata per tanto tempo, Lima, in uno dei più bei quartieri della capitale peruviana.

Uno dei ritrovamenti indubbiamente più spettacolari è quello di Rio de Janeiro. Negli anni '50 e '60 in Brasile sono state costruite delle DKW su licenza della Auto Union GmbH. Tra queste c'erano anche modelli mai realizzati nello stabilimento di Ingolstadt, come la DKW Fissore o la DKW Belcar. Queste due DKW sono ora immortalate insieme, sotto la famosa statua del Cristo, con una spettacolare vista sulla “Cidade maravilhosa”.

Tutte le foto del calendario portano la firma di Stefan Warter. Il fotografo, che vive a Berlino, si è già occupato del calendario 2011 di Audi Tradition: “Salto nel tempo – Le Frecce d'Argento Auto Union sui tracciati originali”, accolto da recensioni positive. Warter è un grande esperto del linguaggio visivo dinamico. Originario della Franconia, si è dedicato per molti anni a reportage fotografici lavorando, tra l'altro, per le riviste del calibro di “GEO” e “Stern”. Oltre che per una particolare sensibilità a diverse situazioni, si è distinto anche per la sua capacità di riuscire a immortalare con l'obiettivo immagini splendide nelle condizioni più avverse e con tempi strettissimi. Anche nel calendario “Discover worlds with Audi Tradition” ha dato prova delle sue doti, riuscendo ad esempio a catturare nell'immagine della copertina l'atmosfera del “Gran Premio Nuvolari” in Italia, al crepuscolo, nel momento in cui iniziava a piovere tra le colline dietro Parma.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©