Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Unilever annuncia un piano industriale per la fabbrica Algida di Caivano


Unilever annuncia un piano industriale per la fabbrica Algida di Caivano
03/10/2011, 14:10

ROMA, 3 ottobre 2011 - Unilever oggi ha annunciato di voler intraprendere un piano per rendere il sito produttivo Algida di Caivano, un’eccellenza tra gli stabilimenti Unilever nel mondo.

Il piano in questione, risultato di un intenso processo di analisi dell’ultimo anno, è una seconda fase di quello già intrapreso nel 2008, anch’esso servirà a migliorare la competitività del sito di Caivano,

favorire la crescita di Unilever in Europa e accrescere l’efficienza della Supply Chain.



Unilever è convinta che lo stabilimento di Caivano potrà incrementare la sua competitività e perseguire l’ambizione di diventare uno dei migliori siti produttivi Unilever nel mondo.

Questo avverrà con importanti investimenti, una riorganizzazione e l’introduzione di nuovi processi produttivi.

L’investimento finanziario di milioni di euro previsto dal piano, ha lo scopo di migliorare lo stabilimento dal punto di vista della sicurezza, della qualità, della sostenibilità, della produttività e

dell’efficienza dei costi. L’ammodernamento delle linee di produzione dello stabilimento, volto ad incrementare efficienza e flessibilità, invece richiederà purtroppo una riduzione graduale di

circa 160 posti di lavoro.



James Hill, Chairman di Unilever Italia, ha dichiarato: “Oggi abbiamo comunicato la nostra intenzione di voler investire significativamente sullo stabilimento di Caivano per continuare ad assicurargli in futuro, un ruolo di rilievo nello scenario globale dei nostri siti produttivi. Questo investimento è rappresentativo dell’intenzione di Unilever di continuare ad investire in Italia. Tale decisione assume oggi particolare importanza in considerazione delle difficili condizioni economiche in cui si trova il Paese. “Purtroppo però saranno necessari dei cambiamenti nell’organizzazione ed è per questo che saremo costretti a ridurre la nostra forza lavoro. Tradizionalmente Unilever tratta i propri dipendenti con integrità e massimo rispetto e anche questa volta offriremo tutto il supporto necessario. Inizieremo da subito ad incontrare i nostri dipendenti e i rappresentanti sindacali per dar via alle contrattazioni. Oggi siamo chiamati a decidere per il futuro di Caivano e sono convinto che la nostra decisione, per quanto dolorosa nel breve, nel lungo periodo ci metterà nella posizione di essere i migliori.“

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©