Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

I dipendenti in presidio contro la messa in aspettativa

''Usurati e licenziati'', l'RdB dell'Anm scende in piazza


.

''Usurati e licenziati'', l'RdB dell'Anm scende in piazza
15/04/2010, 17:04

NAPOLI – Anni ed anni di lavoro a guidare un autobus per le strade di Napoli, poi improvvisamente in mezzo a una strada. Si può riassumere così la storia di diversi dipendenti dell’Anm che, non avendo passato la ‘revisione di idoneità’, vengono messi in aspettativa. Il discorso non cambia nemmeno se il motivo dell’inidoneità può essere messo in relazione proprio al lavoro: perdita di udito e problemi alla schiena, per esempio, non vengono riconosciuti come malattie professionali.
I risvolti, tutti negativi, sono molteplici. Se da una parte il rischio di perdere il lavoro è concreto, dall’altro il dipendente, consapevole dei rischi a cui va incontro, potrebbe evitare di chiedere di essere sottoposto a visite di controllo, almeno fino al momento della visita obbligatoria. Il risultato, ovviamente, è un bestione di diverse tonnellate carico di persone, guidato da una persona che non è in grado di farlo.
Come se non bastasse, a peggiorare la situazione c’è l’ombra del clientelismo. I rappresentati dell’RdB denunciano infatti che i posti di lavoro che dovrebbero essere riservati ai dipendenti che, già assunti, smettono di essere idonei alla guida, sono invece occupati da altre persone, “con protezioni in alto”.

Commenta Stampa
di Redazioni
Riproduzione riservata ©