Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Venerdì 8 aprile Notte Bianca per la Scuola con Morcone, Cortese e Bindi


Venerdì 8 aprile Notte Bianca per la Scuola con Morcone, Cortese e Bindi
06/04/2011, 15:04

Sarà un venerdì sera speciale per la scuola napoletana, che l’8 aprile si ritroverà dalle ore 20.30 in Galleria Principe di Napoli per una “Notte Bianca” che attraverserà problemi e opportunità, slanci ed affanni della prima agenzia formativa di ogni cittadino.

La Notte Bianca per la Scuola e della Democrazia, promossa dal dipartimento Scuola del Partito Democratico, è un’iniziativa nazionale che si svolgerà in contemporanea in cinque città italiane: Bologna, Milano, Torino, Napoli e Roma.

Nella Galleria di fronte al Museo Archeologico Nazionale, alcuni reportage video testimonieranno delle eccellenze della scuola napoletana, mentre presidi, insegnanti e studenti racconteranno la loro quotidiana esperienza nella scuola al tempo della Gelmini.

Nel corso della serata, aperta dal Coro dell’Istituto Mazzini di Napoli e presentata dall’attrice Rosaria De Cicco, interverranno il candidato sindaco di Napoli del Partito Democratico Mario Morcone, la consigliera regionale Angela Cortese e la presidente del PD Rosy Bindi.

Alcuni attori leggeranno inoltre passi della Costituzione, dei discorsi di Piero Calamandrei e passi tratti da “Lettera a una professoressa”, scritta dagli allievi della scuola di don Lorenzo Milani, mentre la giornalista Matilde Andolfo, co-autrice del “Diario di Annalisa Durante”, ne condividerà con il pubblico diverse pagine.

Porteranno il loro contributo anche Geppino Fiorenza e don Tonino Palmese, referenti regionali dell’associazione contro le mafie Libera e la scrittrice Clara Sereni. A concludere, un concerto del quartetto jazz guidato dal pianista Francesco D'Errico, che presenterà il suo nuovo album, “A glance”.

Nelle cinque sedi, collegate tra loro in diretta tramite YouDem, saranno proiettate video testimonianze di Ennio Morricone, Tullio De Mauro, Dacia Maraini, Corrado Augias, Riccardo Iacona e Daniele Luchetti. Appelli autorevoli che invocheranno una via d’uscita dalla buia, infinita notte della scuola italiana del 2011.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©