Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Sciopero di 24 ore indetto dai sindacati di base

Venerdì nero per chi viaggia


Venerdì nero per chi viaggia
22/10/2009, 19:10

ROMA- Si preannuncia un venerdì di disagi nel settore dei trasporti per lo sciopero generale di 24 ore proclamato dai sindacati di base, Rdb, Sdl Intercategoriale, Confederazione Cobas,  che coinvolgerà anche scuole, sanità, pubblica amministrazione, vigili del fuoco e private. A Roma in mattinata è prevista una manifestazione che partirà da piazza della Repubblica per raggiungere piazza San Giovanni; proprio per consentire la partecipazione al corteo di protesta, i mezzi della metropolitana si fermeranno soltanto dalle 20 a mezzanotte.
Diverse le richieste dei sindacati che scenderanno in piazza che chiedono: il blocco dei licenziamenti e la riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario; aumenti consistenti di salari e pensioni; introduzione di un reddito minimo garantito per tutti; aggancio di salari e pensioni al reale costo della vita; cassa integrazione almeno all'80% del salario e reddito per i lavoratori “atipici” con mantenimento del permesso di soggiorno per gli immigrati; messa in sicurezza dei luoghi di lavoro, delle scuole, dei trasporti; assunzione a tempo indeterminato dei precari e reinternalizzazione dei servizi; diritto di uscita immediata per gli iscritti ai fondi-pensione chiusi; difesa del diritto di sciopero; fine del monopolio oligarchico di Cgil, Cisl e Uil sulla rappresentanza e i diritti sindacali.
Per quanto riguarda il settore ferroviario, gli addetti agli impianti fissi e agli uffici si fermeranno per l'intera giornata; soltanto 4 ore di sciopero per gli addetti alla circolazione che non lavoreranno dalle 11 alle 15. Ferrovie dello Stato fa sapere che i treni circoleranno regolarmente: nessun convoglio a media e lunga percorrenza sarà cancellato e lo sciopero non interesserà le fasce di maggior flusso di pendolari. Inoltre il trasporto pubblico locale, il trasporto merci e logistico sarà articolato a livello territoriale con il rispetto delle fasce protette, che variano da città a città.
Saranno invece 24 ore di sciopero per il trasporto marittimo: collegamenti con le isole a partire dalle 24 di domani fino alla mezzanotte di sabato. Soltanto 4 ore di protesta per il settore aereo, dalle 12 alle 16; in questo caso lo sciopero è stato ridimensionato dopo un'ordinanza  del ministro dei Trasporti Matteoli

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©