Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

Ventimila menti innovatrici riunite in un grande brainstorming virtuale


Ventimila menti innovatrici riunite in un grande brainstorming virtuale
30/08/2011, 13:08

Napoli, 30 agosto 2011 – La nuova Agenda dell’Innovazione passa attraverso una grande piazza digitale aperta a ventimila diverse voci che dialogano, propongono, inventano.

Innovation Jam 2011 è un brainstorming collettivo online che, attraverso la partecipazione e la collaborazione tra migliaia di partecipanti intende catturare l'intelligenza collettiva su nuove idee e nuove soluzioni, legate alla diffusione dell'Innovazione. Si tratta di una sessione di discussione (come la jam sessiondel jazz) basata sulla piattaforma di social networking offerta in collaborazione tecnica da IBM. Questa piattaforma consente di gestire fino a 20.000 partecipanti, cui chiederemmo di affrontare i problemi dell’Innovazione nel nostro Paese, con l’occhio rivolto alle buone pratiche, alle cose che possono cambiare per ridurre gli errori, le inefficienze e gli oneri burocratici.

Dieci forum definiti in collaborazione con le stesse community, dedicati alle questioni cruciali dell’innovazione, come “il finanziamento delle start up”, “la collaborazione ricerca-impresa”, “il ruolo della PA” .

I 10 temi saranno lanciati a breve e saranno elaborati e affrontati dalle diverse comunità di Innovatori che discutono e lavorano sulla Rete: Parchi Scientifici, Incubatori, Agenda Digitale, BTO educational, Innovatori, PA, Indigeni digitali, High Talents ecc.

Campania Innovazione, quale Agenzia Regionale per la Promozione della Ricerca e dell'Innovazione, è direttamente coinvolta in tale appuntamento, attraverso la partecipazione diretta alle attività del JAM in tutti i 10 forum tematici.

Durante 40 ore tra le 8:00 del 13 settembre sino alla mezzanotte del 14, la discussione e le idee dei partecipanti, fino a 20.000 in simultanea, saranno monitorate ed analizzate da un apposito tool dell’IBM, con l’aiuto di un gruppo di facilitatori individuati tra le diverse community attive.


I risultati di questo esercizio di raccolta di idee ed esperienze saranno presentati a metà ottobre.

Sarà la prima volta, non solo in Italia, che si realizza una “consultazione” di una comunità di persone così ampia e al tempo stesso così impegnata professionalmente nel campo dell’innovazione, per quello che si auspica diventi un appuntamento annuale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©