Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Vertenza Ex- Ergom. Ultima tappa


Vertenza Ex- Ergom. Ultima tappa
15/03/2012, 10:03

"Stamane i lavoratori dell’ex-Ergom, Magneti Marelli di Napoli, hanno attuato l’ultima tappa, in ordine di tempo, di un percorso di  mobilitazione iniziato portando la richiesta di un tavolo trilaterale con sindacati, FIAT ed istituzioni territoriali, ai presidi ed agli incontri con il sindaco De Magistris ed alla Regione Campania. A tre settimane dall’impegno della Regione di dare una data utile per tale tavolo, vi è solo la volontà dell’azienda di evitare tale incontro. Oggi i lavoratori riunitisi in assemblea fuori i cancelli dello storico stabilimento FIAT napoletano hanno deciso di sfilare per strada e bloccare il traffico. Tale decisione è mossa dalla rabbia e preoccupazione generati dallo sgretolarsi di tutte le promesse occupazionali che FIAT e sindacati firmatari fecero alla sottoscrizione dell’accordo di Pomigliano. Questa lotta è la prova vivente che il Piano Pandanon basta a garantire il futuro di tutti i lavoratori FIAT, e nemmeno alla metà dei 1000 dipendenti del più grosso indotto napoletano. Come Partito della Rifondazione Comunista, da subito presente in questa lotta, continueremo a sostenere attivamente le rivendicazioni dei lavoratori dell’ex-Ergom e le loro prossime iniziative di mobilitazione. Riteniamo che la reazione dei lavoratori sia il frutto delle menzogne di FIAT volte a calmierare gli animi dei lavoratori e del ruolo svolto da FIM, UILM e Fismic i cui unici interessi da tutelare sono stati quelli aziendali. Al fine di arrivare ad un piano industriale che garantisca tutti i livelli occupazionali, saremo al fianco dei lavoratori dello storico stabilimento FIAT napoletano di via De Roberto, garantendo la nostra presenza nella mobilitazione, lunedì 19 marzo al corteo che partirà alle 9:00 da piazza Mancini e culminerà a piazza Plebiscito con un incontro col prefetto.". Così Arianna Ussi - responsabile prov. lavoro PRC Napoli e Domenico Loffredo - segretario circolo PRC Fiat auto Pomigliano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©