Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Vigili, scoppia la guerra in Comune -video


.

Vigili, scoppia la guerra in Comune -video
06/12/2013, 17:43

È una vera e propria offensiva giudiziaria quella che si sta abbattendo, da qualche giorno, sull’Amministrazione comunale a causa della nomina del nuovo comandante della polizia municipale. La scelta del sindaco Luigi de Magistris è caduta su Luigi Acanfora, tenente colonnello della Guardia di Finanza.

A sollevare dubbi sulla legittimità dell’incarico è il predecessore di Acanfora, il generale dei carabinieri Luigi Sementa.

Secondo l’ex capo dei caschi bianchi, infatti, il grado di tenente colonnello non consentirebbe l’accesso ai ruoli dirigenziali nella pubblica amministrazione. E, quindi, Acanfora non avrebbe potuto firmare il contratto.

Sementa ha sollevato il caso con una lettera-diffida inviata ai ministri dell’Interno e dell’Economia, oltre che ai vertici nazionali delle Fiamme gialle e alla Corte dei Conti campana. Secondo il generale dell’Arma, inoltre, ci sarebbero altri due motivi per cui il sindaco de Magistris avrebbe commesso un errore nella scelta dell’ufficiale della Guardia di finanza. All’atto della nomina, infatti, Acanfora risulterebbe ancora in forze alla Finanza, non avendo ancora ricevuto il nullaosta. E, quindi, non avrebbe potuto essere legittimato a firmare il contratto. Mentre, a tutt’oggi, la Corte dei Conti non avrebbe sciolto la riserva sulle assunzioni dei dirigenti esterni previste dal piano di riequilibrio.

Considerazioni che il Comune, evidentemente, ritiene non censurabili. Tant’è che ha deciso di partire subito con un piano straordinario di mobilità in vista del Natale. Affidato, proprio, al nuovo comandante.

Commenta Stampa
di Simone di Meo
Riproduzione riservata ©