Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Volkswagen Group Italia: un 2009 in linea con le previsioni


Volkswagen Group Italia: un 2009 in linea con le previsioni
15/04/2010, 15:04

Volkswagen Group Italia, che rappresenta Volkswagen, Audi, SEAT, Škoda e Volkswagen Veicoli Commerciali, ha chiuso il 2009 con un risultato che rispecchia le aspettative e non privo di indicatori positivi. Nel complesso, il Gruppo ha dimostrato di essere preparato alla forte negatività cui la crisi economica ha costretto il mercato dell’auto anche nel 2009. Lo conferma il fatto che le Marche del Gruppo Volkswagen in Italia hanno mantenuto un ruolo molto rilevante e vivace nel mercato.

“Con 227.232 immatricolazioni totali (251.410 nel 2008), considerando lo scarso apporto degli incentivi, siamo riusciti a ottenere un risultato significativo” ha affermato Giuseppe Tartaglione, Presidente e Amministratore Delegato dell’Azienda veronese, “con performance di spicco in particolare per la Audi che, mantenendo i numeri dello scorso anno, ha fatto registrare il risultato più positivo nel segmento.
Anche la Volkswagen ha avuto risvolti soddisfacenti; infatti, escludendo i modelli dei segmenti A e B per i quali non ha goduto in modo determinante degli incentivi, la Casa di Wolfsburg, come nel 2008, si è confermata leader del mercato con 93.482 unità e una quota del 12%. Nella stessa fascia di mercato sono cresciute anche SEAT e Škoda. In uno scenario così complicato e con condizioni tutt’altro che favorevoli per noi, essere riusciti a mantenere la quota del Gruppo sopra il 10% conferma che, insieme alla Rete, è stato fatto un buon lavoro sia dal punto di vista strategico sia da quello commerciale”.

“Nel 2009 il nostro fatturato è stato influenzato da un mercato che ha privilegiato vetture di segmenti inferiori. I Clienti, orientandosi verso il downsizing o scegliendo motorizzazioni più piccole, hanno di fatto investito cifre più contenute per l’acquisto dell’auto. Ciononostante i nostri ricavi hanno raggiunto 4.596,4 milioni di Euro (5.248,5 nel 2008), un risultato che ci permette di restare tra le prime 25 Società a livello nazionale” ha dichiarato Wolfgang Rasper, Amministratore Delegato di Volkswagen Group Italia.

Agevolata solo marginalmente dagli incentivi, la Volkswagen, grazie alla validità della gamma – con la Golf ancora una volta a fare la parte del leone e la nuova Polo a dare un ottimo contributo soprattutto negli ultimi mesi dell’anno – ha totalizzato 125.954 immatricolazioni (137.829 nel 2008). La quota di mercato si è mantenuta al 5,83% (6,38% nel 2008), con la leadership dei segmenti medio-superiori.

Per la Audi – Marca premium del Gruppo – lo scorso anno è stato particolarmente importante, perché in una situazione di pesante crisi economica, si è affermata come il Brand più positivo. Con 60.272 unità vendute (-1,81% rispetto alle 61.386 dell’anno precedente), ha di fatto conservato la propria posizione (2,79% la quota di mercato contro il 2,84% del 2008), risultando la numero uno nel segmento premium.

I Marchi del Gruppo che hanno risentito maggiormente delle conseguenze della difficile congiuntura sono stati SEAT e Škoda. La Casa spagnola ha comunque sfiorato le 20.000 unità (19.536 vetture registrate contro le 25.847 del 2008), mentre per il Brand ceco le immatricolazioni sono passate da 17.696 nel 2008 a 13.965.

Nello scenario dei veicoli commerciali c’è stato un significativo calo del numero di Aziende interessate a rinnovare il proprio parco mezzi, atteggiamento che ha influito sul mercato del settore. Tuttavia, la Volkswagen Veicoli Commerciali con 7.505 veicoli immatricolati, rispetto agli 8.762 del 2008, ha ottenuto una performance sensibilmente migliore rispetto alla media del mercato, conquistando posizioni rispetto ai competitor.

Nel bilancio della Società ha avuto un ruolo rilevante il Centro Distribuzione Ricambi (CDR) che, grazie a un consistente impegno economico dell’Azienda, è stato di recente affiancato dal nuovo e modernissimo magazzino di 14.500 m2 ad Anagni (Frosinone). Complessivamente, l’attività di distribuzione di ricambi e accessori originali – che rifornendo 11 Paesi del bacino mediterraneo è tra i principali centri di eccellenza del Gruppo – ha totalizzato un fatturato di 442 milioni di Euro, un risultato positivo sostanzialmente in linea con l’anno precedente (445,2 milioni).

Tra le voci più positive del 2009 di Volkswagen Group Italia va senz’altro citata quella che riguarda i Collaboratori dell’Azienda veronese. Visti gli scenari occupazionali in ambito automobilistico, non solo a livello internazionale, per i vertici dell’Azienda è stato particolarmente soddisfacente aver mantenuto pressoché inalterata la forza lavoro chiudendo il 2009 con 906 Collaboratori (911 nel 2008).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©