Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

Work Experience: esperienza formativa di successo

Se ne parla con Alemi, Colangelo, Caldoro e Lucio De Giovan

Work Experience: esperienza formativa di successo
24/06/2013, 16:21

NAPOLI - E’ giunta al termine la prima esperienza di percorsi integrati presso le sedi giudiziarie della Campania.

Le Work Experience, svolte in collaborazione tra l’Università degli Studi di Napoli Federico II, il Tribunale di Napoli e la Procura della Repubblica, hanno portato nelle sedi di Tribunale e Procura, 130 ragazzi campani, laureati e laureandi che hanno lavorato fianco a fianco con amministrativi e magistrati.

Delle molteplici e singolari esperienze tireranno le somme mercoledì 26 giugno, alle 10, nella Sala Arengario del Tribunale di Napoli, Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania, Carlo Alemi, Presidente del tribunale di Napoli, Giovanni Colangelo, Procuratore della Repubblica di Napoli, Lucio De Giovanni, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Federico II.

Aprirà i lavori Giovanni Melillo, Procuratore Aggiunto della Repubblica di Napoli, seguirà Guido Capaldo, Referente del Progetto Università Federico II, e Daniela Piana, Professoressa di Scienze politiche e sociali dell’Università di Bologna.

Sono previste testimonianze dei tirocinanti: Barbara Abatino, in rappresentanza dei percorsi di work experience presso il Tribunale di Napoli, e Antonio Esposito, in rappresentanza dei percorsi di work experience presso la Procura della Repubblica di Napoli.

Con il progetto Work Experience l’Università Federico II, il Tribunale e la Procura di Napoli hanno proposto 11 percorsi professionalizzanti integrati presso gli Uffici Giudiziari della Campania per laureandi e laureati residenti nella regione, col duplice obiettivo di formare sul campo giovani già in possesso di adeguate conoscenze e di migliorare il funzionamento degli uffici della Giustizia.

Il progetto ha proposto esperienze presso le sedi operative degli Uffici Giudiziari presenti in Campania per favorire processi di formazione professionale di giovani e per promuoverne l’integrazione nel sistema industriale e nel sistema della pubblica amministrazione.

L’intervento ha inteso anche far fronte a una sempre più acuta crisi delle risorse umane, finanziarie e tecnologiche disponibili nell’amministrazione giudiziaria mirando a diffondere il concetto di legalità e credibilità delle istituzioni presso il tessuto sociale locale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©