Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

XIV MANIFESTAZIONE NAPOLETANA DI ORIENTAGIOVANI


XIV MANIFESTAZIONE NAPOLETANA DI ORIENTAGIOVANI
30/11/2007, 12:11

Casartigiani Napoli ha presentato in un gremito parlamentino della Camera di Commercio i risultati del progetto Orientagiovani promosso e finanziato dall’Assessorato alle politiche giovanili della Provincia di Napoli. Ai lavori hanno preso parte l’Assessore alle politiche giovanili della Provincia di Napoli Maria Falbo, il vice Dirigente scolastico regionale Palmieri, il Segretario di Casartigiani Napoli Fabrizio Luongo,  presidi e docenti delle scuole impegnate nel progetto. Sono stati 125 gli studenti intervenuti alla presentazione dei risultati, un’occasione trasformatasi in un interessante pubblico confronto che ha analizzato il lavoro svolto dall’ente formativo Casartigiani Formazione & Ricerca, un vero e proprio bilancio delle competenze per ciascuno dei 125 studenti prossimi all’ingresso sul mercato del lavoro. Particolare attenzione è stata dimostrata dall’Istituto Tecnico Industriale Leonardo Da Vinci, rappresentato dal preside  Alfredo Cellerino e dai docenti Cacace e Nappa


“Ogni Governo, tra le sue priorità,” – ha dichiarato il Segretario di Casartigiani Napoli Fabrizio Luongo – “annuncia puntualmente l’avvio di una nuova e costruttiva politica per i giovani legata all’impresa o meglio ancora all’Artigianato, purtroppo, però di una politica del genere non si vede traccia concreta, al di là di qualch’enunciazione politico-generica. La sorte delle nuove generazioni quindi sembra essere estranea alla sfera d’interesse e d’azione della classe politica e delle istituzioni pubbliche ed in fondo, si finisce così per lasciare credere  che siano unicamente i giovani e le loro famiglie a doverci pensare e farsene totalmente carico”.

“Il progetto voluto da Casartigiani Napoli e fatto proprio dalla Provincia” – ha concluso Fabrizio Luongo – “è il segno di un cambiamento di tendenza, in una ritrovata a attenzione ed in un concreto investimento sulle future generazioni, un atto di coraggio da parte dell’Assessore Falbo che ha fortemente creduto nella nostra idea di realizzare un bilancio delle competenze”.

L’allarme di Casartigiani Napoli è in pratica quanto soprattutto al Sud succede di norma, a differenza che in altri Paesi europei, dove, da tempo, esistono disposizioni ed iniziative rivolte espressamente ad accompagnare ed a sostenere, in varie forme, i propri giovani nel loro percorso verso l’età adulta, intesa come ingresso al Mondo del Lavoro e non solo anagraficamente. 

Il riscatto di Napoli sulla recrudescenza della micro-criminalità e con la  rieducazione della sua cittadinanza, deve partire proprio dalle fondamenta culturali e dalla educazione civica, in una nuova e ritrovata ottica di ottimismo e di costruttività di cui ha bisogno fortemente il popolo del Sud.

Chi detiene responsabilità di governo, secondo il Segretario di Casartigiani Napoli -Fabrizio Luongo-,  ha il dovere di aiutare le nuove leve ad orientarsi in modo congruo nelle loro scelte professionali e nelle loro aspettative individuali, creando condizioni favorevoli allo sviluppo di relazioni fiduciarie e ad un ampliamento di orizzonti, assecondando l’acquisizione di un maggior patrimonio di saperi e di cognizioni, accrescendo così, complessivamente, le opportunità di autorealizzazione.

Su tale versante è evidente, purtroppo, l’assenza di un’ efficace politica per l’educazione in ambito scolastico e per una formazione tesa ad un effettivo disegno strategico, tale da contemplare alcune valide linee guida sulla base di un’adeguata programmazione di risorse, contenuti ed obiettivi da realizzare per un medio-lungo periodo. 

L’Artigianato può svolgere, secondo CASARTIGIANI, un ruolo prezioso e fondamentale, ed essere la risorsa sottovalutata per la risoluzione della disoccupazione giovanile, offrendo   prodotti di qualità e  servizi resi a persone e cose indispensabili alla società civile, sempre più richiesti anche da mercati esteri .

L’esigenza ed il desiderio di molti maestri Artigiani di trasmettere il proprio sapere e la propria arte si coniuga, quindi, perfettamente con un disegno di sviluppo concreto dell’imprenditoria giovanile. Nell’attesa di una politica nazionale che si muova concretamente su tale linea la Provincia di Napoli con l’Assessorato alle politiche giovanili presieduto da Maria Falbo ha inteso cogliere l’idea progettuale presentata  da Casartigiani Fomazione & Ricerca, tesa a realizzare un’ intensa attività che faccia  riconsiderare e conoscere ai  giovani la  professione Artigiana favorendo anche una preziosa stesura del bilancio delle competenze, attraverso la quale si possa scoprire, forse, anche una propria natura di Artigiano.

“sono soddisfatta ed orgogliosa di questa sperimentazione” – ha affermato l’Asessore alle poliche giovanili della Provincia di Napoli Maria Falbo – “è importante ora garantire continuità soprattutto in risposta alle tante esigenze emerse e oggi pubblicamente richieste dagli studenti bisognevoli di una puntuale informazione sulla creazione di impresa. Studierò in questi giorni attraverso la rete Informagiovani e Casartigiani come dare una risposta immediata agli entusiasmi e all’interesse emerso con questo progetto sul bilancio delle competenze”

“la direzione regionale scolastica guarda da tempo con grande attenzione alle iniziative di Casartigiani e della Provincia in materia di informazione e formazione rivolte all’interno del mondo della scuola” – ha dichiarato il portavoce del Provveditorato agli Studi Palmieri – “auspichiamo che tali preziose e meritorie iniziative abbiano continuità permettendo una maggiore diffusione in quegli istituti desiderosi di beneficiarne nell’ambito della propria autonomia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©