Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Zaia: "Italia si conferma potenza agroalimentare europea"


Zaia: 'Italia si conferma potenza agroalimentare europea'
13/10/2009, 09:10


Propongo che sia l’Italia il partner per la prossima edizione di questa importantissima fiera, in modo da consolidare ancora di più il legame esistente tra la Germania e i prodotti Italiani. La nostra presenza all’edizione di quest’anno è, infatti, notevole: abbiamo più di mille espositori che rappresentano undici regioni. Il nostro Paese si conferma ancora una volta una delle maggiori potenze agroalimentari europee”. Queste le parole del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia partecipando alla Fiera Anuga una delle più importanti del settore agro-alimentare, che si tiene da sabato 10 a mercoledì 14 ottobre 2009, a Colonia, in Germania. Il Ministro è stato ricevuto dall'ambasciatore italiano a Berlino Michele Velensise e dall'amministratore delegato di Anuga Marner Herbert. Il titolare del dicastero di Via Venti Settembre, ha visitato gli stand presenti alla fiera, soffermandosi ad ascoltare i produttori italiani ma anche ad assaggiare le eccellenze agroalimentari esposte. “Nel tour che ho fatto nei diversi padiglioni della Fiera – spiega Zaia – ho riscontrato un grande numero di espositori italiani, che testimoniano la forte presenza dell’agroalimentare Made in Italy nel mercato tedesco. Le importazioni tedesche di prodotti agroalimentari italiani è aumentata dall’8,4% del 2008 all’8,8% del 2009. Il nostro Paese conserva stabilmente la terza posizione tra i paesi fornitori di derrate alimentari alla Germania, con una quota in valore che si avvicina al 9,0% sul totale delle importazioni tedesche del settore”. ''Sono qui - ha aggiunto il Ministro - non solo per essere vicino ai nostri produttori, soprattutto i più giovani che meritano incoraggiamento e plauso, ma anche per dire ai tedeschi che vogliono comprare italiano di stare attendi alle imitazioni perché di 10 prodotti che sembrano Italiani solo 1 lo è davvero. La contraffazione e l'agropirateria devono essere combattuti e noi stiamo facendo innumerevoli battaglie su questo fronte sia a livello nazionale sia a livello europeo''. Parlando infine della crisi del latte che coinvolge pesantemente anche paesi come la Germania Zaia ha sottolineato che ''il crollo dei prezzi alla produzione è causato sia dal calo dei consumi che dagli effetti dell'allargamento dell' Europa a paesi come Bulgaria e Lituania dove il prezzo del latte alla stalla sta a 14-15 centesimi al litro”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©