Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Zaia: "Latte, programmi di sviluppo rurale contribuiscano a superare crisi"


Zaia: 'Latte, programmi di sviluppo rurale contribuiscano a superare crisi'
17/09/2009, 11:09


“Serve un’azione più incisiva nei confronti del settore lattiero caseario, che sta attraversando una profonda crisi, che passi anche attraverso i Programmi di sviluppo rurale (PSR)”.
Questo è quanto ha dichiarato il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia, commentando i dati relativi alle scelte operate dalle singole Regioni nella fase di ridefinizione dei PSR 2007-2013.
“A seguito della riforma della Health Check della Politica agricola comune (Pac) – ha spiegato il Ministro – ai Psr italiani sono infatti state assegnate risorse aggiuntive per complessivi 1,156 miliardi di euro, che avrebbero dovuto essere destinate al finanziamento delle cosiddette ‘nuove sfide’, tra cui figura anche il settore lattiero caseario.”
“Ebbene – ha proseguito Zaia – nonostante il Piano strategico nazionale (Psn) sullo sviluppo rurale abbia evidenziato l’esigenza di sostenere con decisione tale settore, sia con interventi rivolti al sostegno degli investimenti che con misure finalizzate alla diffusione dei pascoli estensivi, non tutte le Regioni hanno dimostrato la giusta sensibilità nei confronti di tale problematica.”
Le Regioni che hanno deciso di attivare misure specifiche in favore del settore latte sono 12, ma sono solo due quelle che vi hanno destinato almeno il 20% delle risorse aggiuntive disponibili (Tabella allegata).
Le misure più gettonate sono quelle indirizzate al miglioramento della qualità lungo tutta la filiera, all’introduzione di innovazioni, alla riduzione dei costi di produzione e al miglioramento delle condizioni di trasformazione e commercializzazione; meno spazio è stato invece dedicato alle misure che puntano al miglioramento dei pascoli estensivi.
“Le Regioni – ha concluso il Ministro – dovrebbero fare di più, finalizzando al meglio gli interventi previsti dai Programmi di sviluppo rurale, anche in considerazione del fatto che, in accordo con le stesse Regioni, è stato deciso di destinare parte delle risorse attivabili attraverso l’articolo 68 del regolamento di riforma della Pac proprio in favore di tale settore.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©