Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

ZER081 non si tocca: gli studenti occupano il Rettorato dell'Orientale


ZER081 non si tocca: gli studenti occupano il Rettorato dell'Orientale
13/12/2012, 14:24

"

Ieri sera la pessima sorpresa: un nuovo tentativo di sgombero dello spazio sociale e studentesco Zer081, ex mensa  dell'Università Orientale, dismessa da sei anni e dal gennaio 2011 occupata e autogestita dagli studenti in movimento dell'Università Orientale (vedi il comunicato di ieri sera in allegato). 
Un'esperienza che nel tempo si è allargata ai ragazzi e ai precari del territorio, a esperienze dal basso come il "Comitato centro storico" e il comitato "Mamme per la città" e tanti altri. 
Già un anno e mezzo fà ci fu un tentativo di sgombero coatto con l'uso dei reparti celere che da tempo non violavano gli spazi universitari in quel modo. La reazione degli studenti fu un corteo che portò alla rioccupazione, resistendo a una repressione durissima e clamorosa: cariche per i vicoli del centro storico, lacrimogeni sparati fin nelle aule studio a bucare i vetri e le librerie delle biblioteche di palazzo Giusso, come documentarono le immagini dei tg nazionali!
 
Ora un passaggio meno violento ma non meno inquietante. Nel primo pomeriggio di ieri veniva rotta una porta  dello Zer081 (approfittando che gli studenti erano alla manifestazione del 12 dicembre) per poi mettere un catenaccio all'ingresso. Ostacolo subito rimosso e spazio riaperto, ma segnale abbastanza vile e sicuramente inquietante, tanto che già stamattina una settantina di studenti ha occupato per protesta il Rettorato di via Chiatamone, recando con se una versione cartonata del lucchetto della discordia,  esponendo striscioni su via Caracciolo mentre una delegazione pretendeva e otteneva un confronto con la Rettrice Viganoni.
Confronto che la Rettrice nega da molti mesi!
 
La Rettrice  da tempo fa alibi ai suoi propositi di sgombero con un appalto per dei lavori nello spazio che l'Orientale avrebbe concesso a una ditta di Sant'Antimo (...). 
Noi non abbiamo mai opposto posizioni rigide, ma da tempo abbiamo inutilmente chiesto un confronto e un tavolo di progettazione partecipata che consenta di fare i lavori salvaguardando però le tante attività e l'uso sociale e studentesco che l'autogestione e la lotta hanno costruito in questi due anni nella struttura, a fronte del nulla che c'era prima e del nulla al quadrato che questa Università ci offre per il futuro ( le mense sono tutte dismesse  da anni, gli studentati non esistono, le tasse aumentano ecc ecc). 
E' una cosa sicuramente possibile!
 
Allo Zer081 si sono tenute e si tengono decine di presentazioni, proiezioni,. seminari, rappresentazioni teatrali autorganizzate, il doposcuola coi bambini del quartiere, le aule studio, le attività dei comitati di quartiere (dal carnevale sociale alla prima corsa podistica del centro storico lo scorso.anno), le cene sociali a costo politico... 
C'è perfino una squadra di calcio di studenti e ragazzi del quartiere, la "Stella Rossa Orientale" che fa il campionato di terza categoria con una tifoseria ("Sud Ribelle") che porta il discorso antirazzista su tutti i campi della Provincia di Napoli. 
Attività che continuano: alle 16 di oggi c'è il doposcuola, mentre alle 18.30 il Comitato di quartiere e una serie di medici presentano il progetto di ambulatorio popolare per il diritto alla salute che sta per partire nella struttura. Ma ZER081 è soprattutto un luogo di confronto e autorganizzazione sociale  contro le politiche di Austerity che ci stanno tagliando anche il futuro.
 
La Viganoni ha sempre mostrato invece un'incomprensibile rigidità malgrado le centinaia di firme solidali raccolte tra gli studenti contro lo sgombero. 
Anche oggi la Rettrice non ha espresso sostanziali mutamenti della sua posizione, pur ridimensionando (a parole) il rischio di sgombero forzato. Ma ha almeno accettato un primo momento di confronto con noi, con la municipalità e l'amministrazione comunale che la stessa municipalità aveva sollecitato da tempo su spinta dei comitati di quartiere in difesa di ZER081. Vedremo cosa accadrà, ma di sicuro c'è una cosa: AQUI ESTAMOS!". spazio sociale e studentesco ZER081
Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©