Politica / Politica

Commenta Stampa

Intanto, Renzi invita ad affrettare i tempi

18 Aprile prima seduta per il nuovo Capo dello Stato

Lo fa durante celebrazioni per 120 anni Camera del Lavoro

18 Aprile prima seduta per il nuovo Capo dello Stato
03/04/2013, 15:06

ROMA - Giovedì 18 aprile potranno iniziare le prime sedute per la nomina del nuovo Capo dello Stato. Questo è quanto si afferma nel comunicato rilasciato dal Presidente della Camera.
Laura Boldrini avvierà lunedì 15 le prime convocazioni in Parlamento.
“ Su invito del Presidente della Repubblica e sentito il Presidente del Senato, la seduta del Parlamento, integrato dai delegati regionali, potrà avere luogo già a partire da giovedì 18 aprile, confidando che gli adempimenti relativi alla designazione da parte delle Regioni dei propri delegati si svolgano con la massima tempestività”, afferma la nota ufficiale. Si rincorrono i cambiamenti.
Dopo le dichiarazioni del Premier incaricato alla luce della nomina dei saggi imposti da Napolitano: “Il presidente della Repubblica ha fatto quello che doveva e poteva fare, garantire all'Europa e all'Italia una continuità istituzionale”, dal Pd si alzano altre voci.
Matteo Renzi, dopo la conferenza di Bersani, rilancia il suo ruolo nella politica : “Stiamo vivendo una situazione politico istituzionale in cui stiamo perdendo tempo”, questo è quanto ha detto il Sindaco di Firenze durante le celebrazioni per i 120 anni della Camera del Lavoro di Firenze, in cui era presente anche la Cgil con la Camusso.
Giudizi severi giungono dall’esponente del Pd : “La politica che non sa correre, produce soluzioni che non riesce a concretizzare”, e in riferimento al paese reale : “Il tempo è scaduto, tante imprese sono sull'orlo della fine”. Costruire ed investire sul lavoro, afferma Renzi: “Credibilità politica e risposte sui temi del lavoro o rischiamo di perdere la strada per tornare a casa: ormai bisogna prendere atto che la clessidra e agli sgoccioli”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©