Politica / Parlamento

Commenta Stampa

2 GIUGNO: NAPOLITANO LANCIA L'ALLARME REGRESSIONE SOCIALE


2 GIUGNO: NAPOLITANO LANCIA L'ALLARME REGRESSIONE SOCIALE
02/06/2008, 09:06

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napoletano, ha voluto lanciare un messaggio in occasione del 2 giugno, festa della Repubblica, che oggi si festeggia come tradizione.
L'Italia è in grossa difficoltà, razzismo, violenza e intolleranza sembrano diventare sempre più i protagonisti della regressione sociale che sta per colpire la nazione. E’ questo il senso delle parole del presidente, il nostro Paese, non può più rinviare nodi sociali, politici, economici istituzionali, perché rischia "di fare un passo indietro", rischia una squalifica che "non possiamo permetterci". Non è un piccolo allarme, quello che lancia il capo di Stato, egli condivide la "preoccupazione" di molti cittadini che hanno vissuto con angoscia gli assalti ai campi nomadi, il ripetersi di fenomeni di intolleranza e di violenza in campo politico, contro gli immigrati stranieri e da parte di cittadini che si fanno giustizia da soli.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©

Correlati