Politica / Regione

Commenta Stampa

29 milioni di rimborsi iva riconoscoiuti all'EAV


29 milioni di rimborsi iva riconoscoiuti all'EAV
07/09/2012, 16:27

L'assessore ai Trasporti e alle Attività produttive della Regione Campania Sergio Vetrella comunica che sono passate in giudicato – e dunque divenute definitive – le sentenzen. 877/09/11, 878/09/11 e 879/09/11, emesse dalla Commissione tributaria provinciale di Napoli, con le quali si stabilisce che l'Ente Autonomo Volturno (Eav) dovrà ricevere dall'Agenzia delle Entrate un rimborso Iva per gli anni 2007, 2008 e 2009 per complessivi 29 milioni di euro, oltre interessi.

 

In particolare, i giudici tributari hanno stabilito la legittimità delle istanze di rimborso Iva avanzate dall'Eav per l'acquisto di nuovi autobus per il rinnovo del parco mezzi regionale, affidato dalla Regione all'Eav nel 2005, dichiarando allo stesso tempo illegittimi i provvedimenti dell'Agenzia delle Entrate (Direzione provinciale I di Napoli – Ufficio territoriale Napoli 1), che aveva rifiutato di erogare i rimborsi richiesti.

 

“Questo importante riconoscimento – sottolinea l'assessore Vetrella – ci consente di destinare altri 29 milioni di euro al piano di risanamento dell'Eav, che abbiamo avviato ormai da qualche mese. Risorse che si aggiungono agli oltre 80 milioni che abbiamo finora complessivamente erogato alle aziende del gruppo, la metà dei quali destinati esclusivamente al piano di manutenzione straordinaria per rimettere gradualmente in esercizio i treni che restavano fermi in deposito per mancanza di fondi. Un piano che sta già avendo i primi risultati positivi, e che continueremo a portare avanti, consapevoli che c'è ancora molta strada da fare, ma che abbiamo avviato un percorso virtuoso.

 

“Proprio ieri avevamo annunciato l'emanazione del decreto del Governo con il quale ci vengono restituiti altri 25 milioni e mezzo da noi anticipati ad aprile sempre per il piano di manutenzione dei treni. Quello di oggi, dunque, è l'ennesimo tassello della rigorosa azione di rilancio del trasporto pubblico regionale - che ci era stato consegnato in condizioni disastrose dalle giunte precedenti – e per il quale devo qui ringraziare i vertici amministrativi dell'Eav - e in particolare il direttore Casizzone - che, dopo il deposito delle sentenze, hanno instaurato un intenso confronto con l'Agenzia delle Entrate, dimostrando con ampia documentazione a supporto la fondatezza dei rimborsi richiesti, ed evitando così la proposizione di appelli. Una fattiva collaborazione tra enti regionali e statali che può sicuramente costituire un modello di buone pratiche amministrative, e per il quale naturalmente ringrazio anche l'Agenzia delle Entrate per la disponibilità e professionalità dimostrate”, conclude Vetrella.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©