Politica / Regione

Commenta Stampa

A Milano è spaccatura all'interno dell'UdC


A Milano è spaccatura all'interno dell'UdC
17/06/2009, 13:06

A Milano sono scintille all'interno dell'UdC. Infatti, al primo turno delle provinciali il partito di Casini ha corso da solo, ma il suo candidato a Presidente per la Provincia è stato eliminato. Di conseguenza è stata data l'indicazione di voto in libertà. Ma a scatenare le scintille è stata l'iniziativa del segretario regionale del partito, Luca Ruffino, che ha fatto stampare manifesti di sostegno al candidato del PdL Guido Podestà, usando però il simbolo del partito. La cosa non è piaciuta ai vertici nazionali, che l'hanno immediatamente deposto dalla sua carica.
Questo ha scatenato l'ira dello stesso Ruffino, che ha accusato i vertici locali del partito di essersi schierati con Penati, esponente del PD e Presidente della Provincia uscente. Ma anche gli esponenti del PdL e della Lega non sono soddisfatti. Tanto che i primi hanno chiesto al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di intervenire direttamente sul leader dell'UdC Casini, perchè la cosa travalica i confini locali. Mentre la Lega ha chiesto all'UdC di far sapere i loro rappresentanti nella Giunta comunale di Milano e nella Giunta della Regione Lombardia, perchè non sono contenti di questo loro modo di fare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©