Politica / Politica

Commenta Stampa

A Napoli l’Assemblea Federale Nazionale degli Ecologisti e Reti Civiche


A Napoli l’Assemblea Federale Nazionale degli Ecologisti e Reti Civiche
04/01/2012, 13:01

Nella giornata di Martedì 3 Gennaio 2012, i membri campani dell’Assemblea Federale Nazionale degli Ecologisti e Reti Civiche – Verdi Europei si sono incontrati a Napoli per la prima riunione ufficiale del coordinamento provvisorio regionale del suddetto nuovo soggetto politico. Presenti cinque membri dell’Assemblea Federale degli Ecologisti e Reti Civiche: Roberto Duraccio, Vincenzo Cenname, Vincenzo Peretti, Francesco Servino, Maria Teresa Belardo. Il movimento degli Ecologisti e delle Reti Civiche si è costituito sotto forma di coordinamento interprovinciale provvisorio di Napoli e Caserta e conta di espandersi alle province e ai territori che maggiormente avvertono la necessità di un nuovo modo di fare politica, di un ecologismo che non guardi solo alla preservazione dell’ambiente ma ai valori etici e al recupero della legalità, delle tipicità e delle tradizioni dei territori, elaborando un nuovo modello di sviluppo economico sostenibile che garantisca posti di lavoro per i giovani e la regolarizzazione dei precari, unica strada percorribile per uscire da una crisi che si prospetta drammatica. Il movimento degli Ecologisti e Civici rivolge il proprio invito alle realtà associative e ai singoli di tutte le province campane sensibili alla problematica ambientale e al degrado dei propri territori. Nel primo incontro ufficiale sono stati stabiliti i punti fondamentali per rendersi immediatamente operativi: è stato creato un Ufficio Stampa degli Ecologisti e delle Reti Civiche (ecologisti.campania@gmail.com) dal quale si dipartiranno tutte le comunicazioni ufficiali di coloro che hanno aderito al movimento e che ne hanno ben compreso lo scopo e le finalità, così come riportate nella Carta degli Intenti portata in visione durante le primarie popolari per la scelta del simbolo; è stato stabilito, come primo passo fondamentale, la costituzione di Agorà, circoli territoriali, che dovranno formarsi secondo le regole stabilite dall’assemblea degli Ecologisti e Reti Civiche e visibili sul sito ufficiale degli Ecologisti e Reti Civiche (www.ecologistiecivici.it); sono state poste le basi e le regole per la costituzione del coordinamento interprovinciale di Napoli e Caserta, tenendo conto dell’estrinseca volontà di coloro che hanno partecipato alla riunione e prendendo atto della scelta di chi ha preferito assentarsi; si procederà all’organizzazione di tre grossi eventi degli Ecologisti e Reti Civiche durante l’anno, uno a Napoli, uno a Caserta e un altro nella provincia che con le proprie realtà territoriali mostrerà interesse a voler aderire al progetto; i nomi dei componenti del coordinamento interprovinciale di Napoli e Caserta verranno ufficializzati durante la riunione che si terrà Lunedì 16 Gennaio 2012 a Napoli: ne faranno parte, oltre ai membri dell’assemblea federale nazionale presenti all’incontro di Martedì 3 Gennaio, i vari responsabili delle Agorà territoriali già costituite in provincia di Napoli e Caserta. Gli Ecologisti e Reti Civiche della Campania danno ufficialmente il via al proprio movimento e invitano i soggetti interessati a prendere i contatti con i coordinatori, scelti democraticamente sulla base delle competenze e dell’impegno sui territori, e con l’Ufficio Stampa per avere qualsiasi tipo di informazione, nella speranza che si possa presto inaugurare una nuova fase della politica basata sull’impegno tangibile e che guardi ai beni comuni e al benessere collettivo come obiettivo principale. Ambiente, etica, legalità ed occupazione saranno i cardini fondamentali attorno ai quali ruoteranno le sfide che il movimento degli Ecologisti e Reti Civiche intende affrontare: chiunque avverta la necessità in tale senso di un cambiamento troverà la massima accoglienza e le condizioni favorevoli per far valere le proprie capacità, nel massimo rispetto delle opinioni e dell’operato di tutti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©