Politica / Politica

Commenta Stampa

Il provvedimento è allo studio in Commissione Cultura

A scuola si studierà l'Inno di Mameli

Hanno collaborato Partito Democratico e Popolo della Libertà

A scuola si studierà l'Inno di Mameli
05/03/2012, 18:03

ROMA - "Fratelli d'Italia, l'Italia s'è desta", dell'inno di Mameli si riempiranno i cuori. Una particolare procedura legislativa porterà tra i banchi di scuola le note dell'inno nazionale e il testo del poeta Goffredo Mameli. Nella Commissione Cultura della Camera dei Deputati sono in corso i preparativi per un provvedimento che sarà confezionato in sede deliberante, quindi votato in Commissione, senza dover passare per l'Aula. Deputati del Partito Democratico e del Popolo della Libertà vogliono inserire nella programmazione scolastica lo studio dell'inno nazionale italiano e stabilire una giornata in onore dell'unità nazionale, della Costituzione, dell'inno e della bandiera. "L'obiettivo è far imparare le parole e il senso dell'inno, che ha numerosi riferimenti storici - spiega la relatrice del provvedimento Paola Frassinetti, del Pdl -. Siamo vicini al via libera. Attendiamo il parere della Commissione Affari costituzionali e poi chiederemo la legislativa per velocizzare i tempi".
Se il Pdl ha immaginato lo studio dell'inno di Mameli per le scuole, il Pd ha pensato all'istituzione di "una giornata per ricordare e promuovere i valori di cittadinanza, fondamento di una positiva convivenza civile, nonché di riaffermare e di consolidare l'identità nazionale attraverso il ricordo e la memoria civica". La relatrice del Pdl, commentando il valore aggiunto di questo duplice provvedimento, mette in guardia gli studenti e specifica che non ci sarà nessun giorno di festa a scuola, anzi sarà un'occasione per riflettere nelle aule sul senso del patriottismo. Tutti i partiti hanno espresso parere favorevole al provvedimento, tranne la Lega.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©