Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ma niente soldi per l'edilizia popolare

Accordo Governo-Regioni sul piano casa


Accordo Governo-Regioni sul piano casa
01/04/2009, 09:04

Nella serata di ieri il Ministro per gli Affari Regionali Raffaele Fitto e il Presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani hanno dato notizia che l'accordo tra Governo e Regioni sul piano casa è stato raggiunto. In pratica il Governo dovrebbe fare un decreto legge che somiglierà ad una legge quadro; mentre le Regioni avranno 90 giorni di tempo per emanare leggi di adeguamento al decreto legge. Il decreto dovrebbe essere approvato dal Consiglio dei Ministri entro Pasqua.
Il dato più interessante è però che il Governo non stanzierà un centesimo per misure di edilizia popolare, per cui ogni decisione è affidata ad un futuro tavolo di trattative tra Governo e Regioni. Inoltre nelle dichiarazioni non si è fatto minimamente cenno ai due principali problemi contenuti nelle dichiarazioni del Presidente del Consiglio: la cancellazione del reato di abuso edilizio e la cancellazione della necessità di chiedere l'autorizzazione a costruire attraverso la richiesta di una licenza edilizia.
Inoltre, togliendo l'incentivo alla costruzione di edilizia popolare, questo piano casa riguarderà solo ed esclusivamente i proprietari di ville o di grosse case, abbastanza ricchi da pagare tranquillamente. Per gli altri? Passare la prossima volta (se ci sarà una prossima volta).

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©