Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Afghanistan: Porfidia, ridiscutere subito in Parlamento missione italiana


Afghanistan: Porfidia, ridiscutere subito in Parlamento missione italiana
24/09/2009, 17:09


"Nell’esprimere la solidarietà ai militari italiani, feriti nell’attacco avvenuto in mattinata nell’area di Shindand rinnovo l’invito a ridiscutere in Parlamento il ruolo e le sorti della missione italiana in Afghanistan” lo dichiara in un una nota l’on. Americo Porfidia, che aggiunge “E’ ormai evidente che in Afghanistan la situazione è mutata radicalmente e il nostro contingente non è più impegnato in una sicura missione di pace, ma si trova coinvolto in un vero e proprio conflitto. Non sappiamo con precisione qual è l’effettivo ruolo del contingente italiano e gli obiettivi concreti della missione, non possiamo continuare a trincerarci dietro la lotta al terrorismo internazionale e una generica quanto vaga sicurezza nazionale. Come dimostrano gli ultimi tragici eventi – continua il deputato - i nostri militari sono quotidianamente oggetto di pericolosi attacchi per rispondere ai quali si aprono scenari di guerra. Tuttavia secondo quanto sancito dalla nostra Costituzione l’Italia ripudia la guerra sia come strumento di offesa sia come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Ne consegue – conclude l’on. Porfidia - che spetta al Parlamento quale organo sovrano del nostro ordinamento ridiscutere quanto prima di fronte al paese il senso e il ruolo della missione italiana in Afghanistan”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©