Politica / Regione

Commenta Stampa

AGCom, Bianca D'Angelo: "da Napoli a Roma la sede legale dell'Authority"


AGCom, Bianca D'Angelo: 'da Napoli a Roma la sede legale dell'Authority'
08/02/2012, 14:02

La consigliera regionale del Pdl Bianca D’Angelo, componente dell’Ufficio di Presidenza, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Trovo vergognoso che sia in atto un tentativo volto a spostare da Napoli a Roma la sede legale dell’Authority per le Comunicazioni che da sempre si trova nella nostra città. È ora di dire basta alla spostamento dei centri decisionali che la nostra città continua a subire.
Da tempo, d’altra parte, in Agcom è in atto un progressivo processo di depotenziamento di funzioni e poteri a discapito della sede partenopea ed a tutto vantaggio di quella romana. L’avvicendarsi dei vertici amministrativi (in dieci anni 6 diversi Direttori del personale e 4 diversi Segretari Generali) non ha giovato alla realizzazione di un’organizzazione degna di un Polo di Eccellenza ed ha determinato anche il trasferimento di numerosi dipendenti presso la sede di rappresentanza della Capitale. Oggi il 65% dei dipendenti opera a Roma, mentre solo il 35% a Napoli. Ora si cerca di trasformare la sede romana non solo in operativa, ma addirittura in quella legale dell’Authority.
Fino ad oggi, il percorso atto a svuotare il centro decisionale di Napoli ha prodotto una gravissima migrazione di attività, di relazioni con gli Operatori del settore e di contatti con il mondo politico. Tutti fattori questi che hanno rafforzato Roma ed hanno svilito e depauperato Napoli. Inoltre un significativo indotto economico legato alla forte presenza nella nostra città della principale sede e delle attività dell’Agcom è andato inesorabilmente perdendosi. Si consideri, adesso, che l’eventuale trasferimento della sede legale comporterebbe un danno certo per la Campania di almeno 3,7 milioni di euro dovuto ai mancati introiti Irap. Non è un buon segnale questo per le casse dell’ente Regione che ha già gravi problemi finanziari. Infine, come se tutto ciò non bastasse l’Agcom da febbraio di quest’anno ha istituito 7 nuovi uffici dirigenziali tutti chiaramente con sede a Roma e che riguardano: uno il Segretariato Generale, uno la Direzione Reti, 3 la neonata e romana Direzione servizi postali, uno il Servizio Giuridico ed infine uno il Servizio ispettivo. Stamani ho ricevuto alcuni rappresentanti dei lavoratori dell’Agcom Napoli per mettere a disposizione della loro problematica tutto il mio impegno politico ed istituzionale».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©