Politica / Regione

Commenta Stampa

Agricoltura, 19 milioni alle aziende


Agricoltura, 19 milioni alle aziende
10/07/2009, 17:07

La Regione Campania ha stanziato 19 milioni di euro a favore delle aziende agricole campane. Lo ha annunciato l’assessore all’Agricoltura della Regione Campania Gianfranco Nappi, intervenendo ad Avellino al convegno di presentazione dei Progetti Integrati di Filiera (Pif) per l’agricoltura.
 
Con questo finanziamento saranno pagati i premi a 9404 aziende agricole, secondo quanto previsto dall’Asse 2 del Programma di Sviluppo Rurale (Psr) denominato “Miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale”.
 
I pagamenti rappresentano un anticipo del 75% sulle domande presentate dalle aziende nel 2008. Le erogazioni sono seguite a tutti i controlli previsti dalla normativa comunitaria, nazionale e regionale, grazie all’impegno congiunto dell’Assessorato Regionale e dell’Agenzia per le Erogazione in Agricoltura (Agea).
 
Sempre sulla Programmazione 2007-2013, l’Assessorato regionale ha emesso un decreto che di fatto riduce da novanta a sessanta giorni i tempi delle istruttorie sulle proposte di investimento produttivo presentate dalle imprese in merito ai bandi relativi all’Asse 1 del Psr, denominato “Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale”.
 
“Continua il nostro impegno – ha detto l’assessore Nappi per accelerare, mantenendo rigore e trasparenza, i tempi di erogazione delle risorse previste dalla nuova Programmazione dei Fondi Comunitari. Le risorse appena erogate saranno di grande supporto per migliaia di aziende agricole che oggi, con il convinto sostegno della Regione, si trovano ad affrontare una grave crisi congiunturale. Allo stesso tempo abbiamo ritenuto di primaria importanza ridurre, per quanto è risultato possibile, i tempi di istruttoria per esaminare la legittimità delle proposte di finanziamento inviate dalle imprese. Stiamo procedendo rapidamente con l’applicazione del Programma di Sviluppo Rurale e nelle prossime settimane andremo avanti con l’emissione di nuovi bandi”.              

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©