Politica / Politica

Commenta Stampa

Agroalimentare: contratto scritto, Alleanza Cooperative chiede norma attuativa ad hoc per settore ittico


Agroalimentare: contratto scritto, Alleanza Cooperative chiede norma attuativa ad hoc per settore ittico
16/05/2012, 17:05

“La complessità della materia che si sta riformando, i rischi di sovrapposizione con quanto disposto dal regolamento europeo sui controlli e le peculiarità della pesca richiedono l’istituzione di un tavolo tecnico ad hoc di settore per la definizione delle norme di attuazione sulla disciplina delle relazioni commerciali in materia di cessione di prodotti agricoli e agroalimentari”. E’ quanto chiede l’Alleanza della Cooperative italiane (AGCI Agrital, Federcoopesca-Confcooperative, Lega Pesca) dopo l’incontro odierno organizzato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e dal Ministero dello Sviluppo economico in vista della definizione del decreto interministeriale sui cosiddetti contratti in forma scritta, per l’attuazione dell’articolo 62 del D.L. 1/2012.

Un tavolo di lavoro, quello invocato dalle associazioni, fondamentale per far sì che “lo spirito della norma, pensata per il mondo agricolo, tenga nella giusta considerazione le caratteristiche del comparto ittico e non si traduca per il settore, già oberato da pesanti adempimenti burocratici, in ulteriori oneri in tal senso”.

Per l’Alleanza delle cooperative a questo punto è importante dar vita subito al gruppo di lavoro.



Il 25 ottobre, infatti, entrerà in vigore la norma che prevede pesanti sanzioni in caso di inadempimento. “L’obiettivo è quello di definire il decreto attuativo entro giugno in modo che vi siano i tempi per gli operatori di recepire i cambiamenti in atto. L’obiettivo deve essere quello di tutelare chi opera nel settore, rilanciare le produzione e non creare ulteriori elementi di ostacolo alla crescita” sottolinea l’associazione.







Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©