Politica / Parlamento

Commenta Stampa

AL COLLE L'INVESTITURA DEL CAVALIERE, GOVERNO PRONTO


AL COLLE L'INVESTITURA DEL CAVALIERE, GOVERNO PRONTO
07/05/2008, 20:05

Concluse le consultazioni, Silvio Berlusconi ha accettato l'incarico di Premier. Ha varcato il portone del Quirinale con la lista dei ministri da presentare al Capo dello Stato.

Il nuovo governo giurerà domani alle 17. Per Giorgio Napolitano, "visto l'ampio risultato delle urne, non c'è stata alcuna lungaggine".

Gianni Letta sarà sottosegretario alla presidenza del Consiglio.


Andrea Ronchi (An) la spunterebbe su Adriana Poli Bortone dello stesso partito. Questo per le Politiche Comunitarie. Giorgia Meloni, giovanissima romana del partito di Fini, andrà alle Politiche Giovanili.

Via della Scrofa avrà dunque due ministri con portafoglio (Ignazio La Russa alla Difesa ed Altero Matteoli alle Infrastrutture) e due senza (Ronchi e Meloni appunto). Tre viceministri (Alfredo Mantovano all'Interno, Adolfo Urso al Commercio con l'Estero e Mario Landolfi alle Comunicazioni o Pasquale Viespoli al Lavoro) e dai 5 ai 7 sottosegretari.

A prendere il posto di Scotti e Mastella alla Giustizia, è quasi certa l’entrata in via Arenula del giovane forzista Angelino Alfano.

Al Welfare andrebbe Maurizio Sacconi, sempre di Fi. Il ministero sarebbe stato promesso a Gianni Alemanno, ora felicemente in Campidoglio.

Per il resto tutto come nelle previsioni della vigilia. Franco Frattini agli Esteri, RobertoMaroni all'Interno, Claudio Scajola allo Sviluppo Economico, Giulio Temonti al'Economia, Stefania Prestigiacomo all'Ambiente, il leghista Luca Zaia alle Politiche Agricole, Bondi alla Cultura e Gelmini all'Istruzione. Bossi, come ampiamente annunciato, occuperà il dicastero delle Riforme.

 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©