Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Genchi conferma: "L'aggressione a Berlusconi è falsa"

Al Congresso dell'Idv Di Pietro spinge per l'alternativa al Pdl


Al Congresso dell'Idv Di Pietro spinge per l'alternativa al Pdl
06/02/2010, 18:02

ROMA - Seconda giornata del congresso dell'IdV, la giornata di Antonio Di Pietro. Che non ha deluso, proponendo un nuovo programma di massima per il partito. Infatti, parlando alla platea, il leader dell'Idv ha annunciato la sua intenzione ad essere alternativa, più che sterile opposizione di piazza: "Basta all'opposizione solo di pancia o di piazza. Se vuoi fare l'opposizione che urla solo nelle piazze  va bene, c'è il nostro zoccolo duro che ci vota, che può essere il 2% o l'8%, dipende dal mal di pancia che c'è in quel momento. Ma non basta. Come dice il mio amico Bersani, di opposizione si muore. E' il momento dell'alternativa. Bisogna passare dalla fase dell'opposizione alla fase dell'alternativa, questo il nostro obiettivo per il futuro. Perché oggi? Perché oggi abbiamo la forza per farlo, riteniamo di essere in gradi di costruire questa alternativa. Ma da soli non ce la possiamo fare, dobbiamo cercare un'alleanza per costruire un'alternativa, perche' senno' restiamo a fare opposizione. E io non voglio restare a fare opposizione". E fa l'esempio della Campania, con la scelta di appoggiare De Luca; scelta contestata da De Magistris, al quale l'ex PM risponde: "Deve sapere che rischiamo di consegnare la campania alla fogna della camorra, ai casalesi". Infine, Di Pietro preannuncia un parziale ritiro dalla politica: "Il mio impegno è questo, poi farò il socio onorario, se sarà raggiunto l'obiettivo di ridare all'Italia un governo democratico. Passerò la mano, ma solo quando la nave dell'Idv sarà arrivata in porto".
Ma l'intervento che più ha scatenato polemiche nel Pdl è stato quello di Gioacchino Genchi, ex perito di molti Tribunali italiani, che ha detto: "Nel lancio della statuetta del duomo di Milano a Berlusconi non c'è nulla di vero. E' una pantomima coronata da quell'uscita di quel fazzoletto nero ed enorme che sembrava quello di Silvan dal quale mancava solo che uscisse un coniglio".
Una affermazione che ha scatenato la reazione rabbiosa del Pdl, dimostrata dall'intervento del vice Presidente dei senatori, Francesco Casoli ("Ma come si permette lo spione Genchi?") e dal Ministro per l'attuazione del programma, Gianfranco Rotondi ("E' inaudito che l'Idv presti la tribuna per esporre una tesi così grottesca e offensiva dell'intelligenza degli italiani"). Si vede che i vertici del Pdl non leggono il nostro sito, visto che già da prima di Natale abbiamo pubblicato sul nostro sito una serie di articoli che dimostrano come l'aggressione del 13 dicembre a Berlusconi a piazza Duomo sia stata tutta una montatura, come si può desumere leggendo le notizie allegate.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 12:30
Antonio Di Pietro è stato rieletto presidente dell'Italia dei valori al termine del congresso nazionale tenutosi a Roma. L'elezione è avvenuta in diretta Web ed ha visto un vero e proprio boato d'applausi quando, Francesco Barbato, altro candidato presentatosi al congresso, ha espresso la sua volontà di rinunciare alla presidenza del partito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©