Politica / Parlamento

Commenta Stampa

In discussione in aula già domani, per bloccare i processi

Al Senato il Pdl accelera la legge "allunga-processi"


Al Senato il Pdl accelera la legge 'allunga-processi'
26/07/2011, 15:07

ROMA - La maggioranza decide di dare una accelerata alla legge "allunga processi" o "sul processo lungo", come è stata chiamata. SI tratta di una norma, inserita nella legge che modifica le condizioni per chi è stato condannato all'ergastolo, che consente alla difesa di chiamare chi vuole a testimaniare nel processo, senza sottostare - come la legge attuale dice - al vaglio del giudice. Per intenderci, domani un difensore potrà chiedere l'audizione di tutti i cittadini italiani e il Giudice non potrà opporsi. Appare evidente che in questa maniera chiunque abbia i soldi per pagarsi un buon avvocato, non potrà mai andare in galera, qualunque reato abbia commesso.
Nonostante questo, nella commissione dei capigruppo, la maggioranza ha preteso ed ottenuto la calendarizzazione del provvedimento per stasera o domani al massimo. L'obiettivo è semplice: approvare la legge al Senato entro la pausa estiva, per poi discuterla a settembre oppure ai primi di ottobre alla Camera dei Deputati, prima che nel processo contro Berlusconi per concussione e prostituzione minorile (il cosiddetto processo Ruby) vengano presentate le prove. La data fissata per l'udienza è il 3 ottobre, per ora. In quel processo finora si sono discusse le cosiddette questioni preliminari, cioè quelle questioni procedurali da presentare al Giudice prima che il processo inizi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©