Politica / Parlamento

Commenta Stampa

AL VIA IL PROGRAMMA DE FRANCISCIS PER VALORIZZARE LE POSITIVITA'


AL VIA IL PROGRAMMA DE FRANCISCIS PER VALORIZZARE LE POSITIVITA'
25/10/2008, 13:10

Istituzioni e agenzie educative insieme per far emergere le potenzialità e le positività dei giovani, utilizzando i loro linguaggi. Con quest’obiettivo nasce l’iniziativa “Ognuno è benvenuto”, presentata stamane in conferenza stampa, promossa dalla Fondazione Exodus di don Antonio Mazzi, dalla Provincia di Caserta e dal Comune di Casal di Principe, in collaborazione con le autorità scolastiche provinciali. 
Musica, teatro, informazione e sport animeranno gli spazi pubblici di Casal di Principe il 28 e 29 ottobre prossimi, in un programma di eventi e momenti di riflessione dedicati in particolare agli studenti casertani. Enti e associazioni diventano così avamposti rispetto alle emergenze educative, “convinti della necessità di dar vita a un positivo progetto di solidarietà e aggregazione e non alla consueta iniziativa sui problemi che affliggono il territorio”, ha sottolineato il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis, che ha aggiunto: “Abbiamo voluto creare un’occasione di scambio, di confronto e di festa tra i giovani della nostra terra, pieni di talento, energia e fantasia e che chiedono alle istituzioni non passerelle, ma opportunità per crescere, per invertire l’immagine di un territorio certamente lacerato da contraddizioni e mortificato dalla criminalità, ma dove non tutto è camorra”.
       All’incontro con i giornalisti hanno partecipato anche il sindaco di Casal di Principe, Cipriano Cristiano, il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Vincenzo Di Matteo, Giancarlo Pignone della Fondazione Exodus, l’assessore provinciale alla Pubblica istruzione, Nicola Ucciero, e il consigliere provinciale del collegio Sebastiano Ferraro. Dal primo cittadino di Casale è giunto il ringraziamento all’Amministrazione provinciale “per l’attenzione riservata al nostro territorio”. “Condivido – ha rimarcato Cristiano – l’esigenza di puntare sulle positività che sappiamo esprimere e sulla costruzione di percorsi di riscatto per il futuro dei ragazzi”. Il provveditore Di Matteo ha annunciato la mobilitazione massiccia che è in atto nelle scuole, “segnale della voglia di partecipare e di essere presenti con entusiasmo all’iniziativa”. Pignone ha ricordato il passaggio della Carovana di Exodus in Terra di Lavoro nel maggio scorso, “da cui siamo partiti per realizzare questo nuovo appuntamento, tenendo sempre in mente la domanda rivoltaci da una studentessa di Casal di Principe, che ci chiedeva di non essere dimenticata quando i riflettori sarebbero stato spenti”. “Ecco perché – ha proseguito Pignone - abbiamo deciso di dare continuità alla collaborazione con la Provincia. Il filo conduttore di questa due giorni è il tema dell’educazione, vero deficit nella nostra società e che fa rima con legalità. Così intendiamo lavorare con i giovani e non solo per i giovani”. L’assessore Ucciero ha illustrato i contenuti degli eventi, “pensati per dire che a Casal di Principe ognuno è davvero benvenuto, che le istituzioni e le associazioni vogliono davvero stare sul territorio. In quest’ottica – ha concluso Ucciero – questa due giorni non è un punto d’arrivo, ma un nuovo punto di partenza  per costruire nel presente il protagonismo dei giovani”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©