Politica / Politica

Commenta Stampa

Beppe Grillo ammonisce "chi cercherà di pilotare il voto"

Al via le 'Parlamentarie', le primarie del Movimento 5 Stelle

Elezioni riservate a chi si è iscritto entro il 30 settembre

Al via le 'Parlamentarie', le primarie del Movimento 5 Stelle
03/12/2012, 19:44

Tempi di primarie anche per gli attivisti del Movimento 5 Stelle, guai a chiamarli grillini. Da oggi vanno in scena le 'Parlamentarie', le primarie online del Movimento 5 Stelle. Sono iniziate le consultazioni per scegliere gli aspiranti onorevoli che si rifanno al portavoce Beppe Grillo. I candidati sono 1400, le preferenze potranno essere espresse solo attraverso il web. Una consultazione decisamente giovanile e probabilmente in linea con la spending review. Grillo avverte: "Chi cercherà di pilotare il voto, sarà escluso. Bisogna evitare che il voto sia pilotato da fantomatiche assemblee o comitati, entrambi esclusi categoricamente dal Non Statuto. Dobbiamo evitare la replica delle congreghe partitiche su base locale create per favorire uno o più candidati a scapito di tutti gli altri. Chi cercherà di pilotare il voto, sarà diffidato ed escluso dalle votazioni, sia che si tratti di candidato che di votante".
Il comico getta la maschera e si dichiara online "capo politico" della prossima lista. Aspira dunque al Parlamento e decide che la lista degli aspiranti parlamentari venga dal basso, senza venire meno alla sua linea politica. Si tratta di persone già candidate a elezioni amministrative o regionali per il M5S, ma che non devono avere già incarichi istituzionali, né tantomeno precedenti penali. Molti dei candidati hanno postato dei video nei quali si presentano su Youtube.
Possono votare solo le persone iscritte al movimento entro lo scorso 30 settembre. Per votare bisogna aver caricato online i propri documenti d'identità. Ogni elettore può dare fino a 3 preferenze per i candidati della propria circoscrizione elettorale. Si vota oggi fino alle ore 17, domani martedì 4 dicembre fino alle 21, mercoledì 5 fino alle 17 e giovedì 6 dicembre fino alle ore 20. 
Il Movimento di Beppe Grillo ha già ricevuto diverse accuse, da chi lamenta una democrazia dal basso che poi chiude le porte a chi non è iscritto al Movimento, a chi parla dei votanti abilitati che sono poco più dei candidati. Inoltre, il sito Internet del Movimento è andato più volte in tilt e ha paralizzato l'accesso dei militanti desiderosi di esprimere il proprio voto.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©