Politica / Parlamento

Commenta Stampa

AL VIA NEL COMUNE DI GIUGLIANO I PRIMI DUE SEMINARI DI DEMOCRAZIA PARTECIPATA


AL VIA NEL COMUNE DI GIUGLIANO I PRIMI DUE SEMINARI DI DEMOCRAZIA PARTECIPATA
22/01/2009, 16:01

E’ iniziata presso l’aula consiliare del Comune di Giugliano e in contemporanea alla libreria Edicolè, la due giorni di laboratori di democrazia partecipata che vedranno impegnati l'amministrazione comunale, i partiti politici, le associazioni di categoria, il Formez e gli operatori economici nelle discussioni dei progetti di riqualificazione del territorio nel Programma Integrato Urbano - Più Europa - La Città Visibile. Il primo laboratorio ha avuto come tema centrale la programmazione urbanistica della terza città della Campania, su cui sono intervenuti massimi esperti a livello nazionale nel settore. L’apertura è stata affidata al primo cittadino Giovanni Pianese che si è detto favorevolmente colpito dalla folta presenza del pubblico in sala. E’ stato il capogruppo del Pdl Antonio Dell’Aquila a ribadire l’importanza che il Dos: “Attraverso il documento strategico possiamo pianificare lo sviluppo della città non più nel breve  periodo ma per i prossimi vent’anni”. Si sono poi succeduti gli interventi di carattere tecnico dei relatori, che hanno sviscerato i particolari dei progetti in cantiere, moderati da Emma Bondonno, professoressa di Progettazioni Architettoniche e Urbana della Facoltà di Architettura di Napoli. L’assessore alla Programmazione, Riqualificazione del territorio e del Patrimonio abitativo, Sport e impianti sportivi, Roberto Castelluccio, che ha relazionato sulla centralità che dovrà avere il Comune di Giugliano nell’ambito dei programmi urbanistici provinciali e regionali. La professoressa alla facoltà di Ingegneria di Napoli Marina Fumo ha esposto i piani di colore, mentre Flavio Fucci, professore della Facoltà di Ingegneria del Molise, ha discusso del piano energetico. L’ultimo intervento è stato di Patrizia Costanzo, esponente della ‘Società Ecosfera’, che sta effettuando per conto della Provincia di Napoli uno studio sulla  riqualificazione del lago Patria e del territorio circostante. Si sono infine susseguiti gli interventi dei diversi operatori sociali. Alla libreria Edicolè, invece, si è discusso delle problematiche dei minori e delle famiglie a rischio; dell’adolescenza a rischio, della prevenzione delle dipendenze emergenti (alcol, fumo, doping); della valorizzazione sociale, economica ed esistenziale dell’anziano; dell’integrazione multietnica degli stranieri. Dopo il breve saluto del sindaco Pianese, il giornalista Alfonzo Pirozzi ha introdotto gli argomenti discussi dall’assessore alle Politiche sociali e giovanili, Formazione e cultura del Comune di Giugliano prof. Mario Delfino, il Direttore dell’istituto di Geriatria degli di Studi di Napoli Federico II dott. Franco Rengo, il Preside della Facoltà di Psicologia della S.U.N. prof.ssa Alida La Bella e il Preside della Fondazione Leone prof. Carlo Antonio Leone. Presenti numerose associazioni e operatori del sociale. “Attendo proposte progettuali da parte di associazioni e cooperative del terzo settore per poter mettere in atto  questo grande programma” - ha annunciato l’assessore Delfino.
.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©