Politica / Politica

Commenta Stampa

In primis, in dipendenza dallo Stato e "nuova lira"

Alba Dorata Italia si presenta alle elezioni regionali in Lombardia


Nella foto un gruppo di militanti greci
Nella foto un gruppo di militanti greci
28/11/2012, 10:12

MILANO - Alle elezioni regionali della Lombardia ci sarà anche la prima apparizione di Alba Dorata Italia, il nuovo partito di estrema destra - nato su ispirazione dell'omonimo partito greco - che sta aprendo sedi in molte province della regione. 
E si presenterà con un proprio candidato al Pirellone, senza alleanze; insomma punta in alto. Con un programma in cinque punti. Non si parla di lotta all'immigrazione, che viene data per scontato. SI punta invece alla lotta alla mafia ("Libereremo la Lombardia da questo cancro"); alla lotta contro banche e sindacati, accusati  di danneggiare le imprese e quindi l'economia italiana; all'abolizione delòle province.
Ma soprattutto ai due dati distintivi del partito. Il primo è un federalismo spinto, da realizzarsi sul modello del Kosovo: dichiarazione unilaterale di indipendenza con la nuova forma giurisdizionale del "Cantone Lombardia", poi da confermare con un referendum come in Catalogna. Inoltre si prevede l'introduzione di una moneta locale (sugli esempi dello SCEC o del sardex.net) in attesa di uscire dall'euro e tornare alla lira e all'autarchia economica, come recita il programma del partito a livello nazionale

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©