Politica / Politica

Commenta Stampa

Il vicepremier parla ad una riunione dell'Ncd

Alfano: "Adesso possiamo procedere con la riforma della giustizia"


Alfano: 'Adesso possiamo procedere con la riforma della giustizia'
30/11/2013, 14:24

ROMA - La mossa più ovvia, Angelino Alfano la annuncia subito: uscito Berlusconi di scena, "pensiamo che il Pd non abbia più alibi e possa procedere insieme a noi alla riforma della Giustizia nel suo aspetto penale". E di quale riforma si tratti lo si sa: sottomettere i Pm al controllo politico, bloccare le intercettazioni, ecc. 
Ne ha parlato lo stesso Alfano, ad un convegno sul Nuovo centro destra, aggiungendo che sarà compito del nuovo partito imporre "alcune cose importanti": una nuova legge elettorale, il superamento del bicameralismo perfetto, il taglio delle tasse per le imprese e, appunto, la riforma sulla giustizia. Insomma, lo stesso programma presentato da Berlusconi a febbraio quando si sono svolte le elezioni. 
Durante il discorso si è anche attribuito l'intero merito della riduzione di 500 milioni di euro che la finanziaria stabilisce sulla Tasi, la nuova tassa sui servizi introdotta con la legge di stabilità. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©