Politica / Politica

Commenta Stampa

Plauso per la modifica dell'articolo 18 e per Napolitano

Alfano attacca Bersani: "E' prigioniero della Fiom"


Alfano attacca Bersani: 'E' prigioniero della Fiom'
22/03/2012, 10:03

ROMA - Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, parte all'attacco del segretario del Pd Pierluigi Bersani, dopo le incertezze manifestate da quest'ultimo sull'abolizione di fatto dell'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori. E lo fa con parole dure, intervistato da Radio Anch'io su Radio Rai Uno: "Se Bersani vuole fare la riforma che hanno in mente la Camusso e la Fiom, allora vinca le elezioni, la faccia, e poi la speghi lui alla gente. Mi pare che nelle ultime 48 ore Bersani abbia detto tanti ma e pochi sì. La Fiom condiziona la Cgil, la Cgil condiziona il Pd e il Pd condiziona il governo e dunque il paese. Ma così il paese rischia di rimanere imprigionato dai veti della Fiom e questo sarebbe inaccettabile".
Parole di elogio invece per l'abolizione dell'articolo 18, uno dei capisaldi del programma berlusconiano: "Se lo avessimo lasciato da parte, avremmo lasciato da parte uno dei principali temi che frenano la competitività del nostro Paese. Chi ha le migliori regole per sprigionare le migliori energie vitali del proprio paese vince nella competizione internazionale". Non mancano parole di elogio per il Presidente della Repubblica: "Napolitano svolge un ruolo di garanzia e anche di equilibrio. Vedo in lui un'impronta culturale riformatrice che spesso non vedo nel Partito Democratico".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©